Lazio, nel mirino c’è Kurzawa: si ragiona sul prestito, con contributo del Psg

Il 29enne terzino in questa stagione ha trovato poco spazio. La società parigina potrebbe contribuire allo stipendio

Qualità ed esperienza. La Lazio cerca i profili giusti per rinforzare la rosa. Fra questi è stato individuato Layvin Kurzawa, 29enne terzino del Psg, club con cui gioca dal 2015. I biancocelesti proveranno a prenderlo in prestito, facendosi aiutare dal Psg sullo stipendio. Il giocatore prende infatti 5 milioni annui, uno in più di Immobile (il più pagato in casa Lazio). Troppi, senza un contributo della società parigina la trattativa diventerebbe complicata. In realtà però l’affare può fare comodo a tutti: i francesi devono sfoltire la rosa per motivi di bilancio, i biancocelesti al momento preferiscono il prestito anche perché ha gli acquisti bloccati dall’indice di liquidità. Per Kurzawa, che in questa stagione ha giocato appena 9 minuti, può essere l’occasione per rilanciarsi. Di piede sinistro, è il terzino che alla Lazio manca.

Profilo

—  

Fin da giovanissimo Kurzawa è sempre stato considerato una promessa del calcio francese: ha esordito in prima squadra, con il Monaco, quando aveva appena compiuto 18 anni. Con i monegaschi ha vinto il torneo Gambardella, uno dei più importanti per quel che riguarda le giovanili francesi, e che il Monaco, in 70 anni, ha conquistato appena 3 volte. Dopo l’ascesa con il Monaco (con cui, dalla Serie B, è arrivato fino al secondo posto nel massimo campionato), nel 2014 ha anche esordito con la nazionale maggiore francese. Nel 2015 è passato al Psg in cambio di 23 milioni: il club della capitale francese lo ha scelto come backup di Maxwell. Con il tempo, sfruttando la fiducia di Unai Emery, è però riuscito a diventare titolare al posto del brasiliano. Il 31 ottobre 2017 Kurzawa è entrato nella storia della Champions diventando il primo difensore capace di segnare tre gol in una partita (contro l’Anderlecht). Frenato da diversi infortuni delicati (pubalgia ed ernia del disco), con il tempo ha perso spazio, motivo per il quale ora cerca una nuova sistemazione.

Vita privata

—  

Figlio di una polacca, della quale ha ereditato il cognome, anche suo fratello, Yrlès Teoro-Kurzawa, è calciatore (ha cominciato con il Nizza, ora gioca con il Dunkerque B). Ha una relazione con Mélissa Chovet, dalla quale ha avuto una figlia nata il 14 settembre 2018. A Roma però porterebbe soprattutto qualità ed esperienza. Quelle che Sarri ha richiesto alla Lazio.

Precedente Juve, Chiellini positivo al Covid: out con il Napoli Successivo Juve, la stampa spagnola è sicura: "Morata andrà al Barcellona"

Lascia un commento