Lazio, Mandas vola e ha un futuro da scrivere

ROMA – È un ragazzino, ma sa già come essere decisivo. La parata di Mandas è valsa almeno due punti in più in classifica. Ha detto “no” d’istinto, senza pensarci, con grande reattività ed esplosività delle gambe. Il tocco sotto misura su Coppola, l’unica vera grande occasione del Verona, ha permesso alla Lazio di chiudere il match con una vittoria pesantissima. E al 22enne portiere greco di prendersi le luci dei riflettori, proprio a pochi giorni dal rientro del titolare tra i pali, Ivan Provedel.  

Lazio, la crescita di Mandas

Una grande risposta, quella dell’ex OFI Creta, che nel primo tempo invece non era stato eccezionale su un’uscita, calcolando male le distanze e rischiando di combinare un pasticcio. È stato l’unico neo di una partita che non aveva presentato particolari pericoli per lui, almeno fino a quando, con la Lazio avanti, è arrivata quella deviazione da due passi del difensore dell’Hellas, già pronto per l’esultanza di un potenziale 1-1. A urlare di gioia, però, è stato proprio Mandas, con una parata impressionante e decisiva quanto un gol segnato: «Continuiamo così! +3», ha scritto subito dopo il match in una delle sue stories pubblicate su Instagram. Sta sfruttando bene l’occasione che gli è capitata per l’infortunio di Provedel: nelle 9 partite giocate finora in stagione (10 considerando il suo ingresso nei minuti di recupero con l’Udinese), ha collezionato 4 clean sheet e incassato complessivamente 7 gol. Si tratta di un portiere con indubbie qualità e con ampi margini di miglioramento (ma almeno per il momento non è il caso di scomodare il paragone con Peruzzi), che può rappresentare il futuro della Lazio nei prossimi anni. Non è da escludere che la prossima stagione possa essere mandato in prestito da qualche parte per giocare da titolare e continuare così il suo percorso di crescita. Niente è deciso, su di lui la società sceglierà al termine della stagione, coinvolgendo anche il suo agente e il ragazzo stesso.  

Lazio, riecco Provedel

Di certo c’è che tra poco tornerà a disposizione l’attuale numero uno della Lazio, Ivan Provedel, che sta molto meglio e ha ormai superato il problema alla caviglia accusato nel match con l’Udinese dello scorso 11 marzo. Ha ripreso da giorni ad allenarsi in modo differenziato, ma deve ancora lavorare bene dal punto di vista atletico per recuperare la condizione migliore ed essere considerato abile e arruolato da mister Igor Tudor (che finora non lo ha mai potuto schierare). Una possibile data per il suo rientro potrebbe essere già la prossima gara a Monza, al più tardi (e forse più verosimilmente) il successivo match con l’Empoli all’Olimpico. Si vedrà nei prossimi giorni in base alle indicazioni che darà nelle prossime sedute. Se non dovesse essere ritenuto pronto per sabato, allora all’U-Power Stadium toccherà ancora a Mandas difendere la porta della Lazio. Un ragazzino sì, che però sa già come essere decisivo. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Povero Vicario: l'avversario tenta in tutti i modi di distrarlo Successivo Gli Oscar della domenica sportiva: l’Inter, Bagnaia, Crippa, Jacobs, Isabelle Haak…

Lascia un commento