Lazio, Lotito e il logo Expo 2030: “Non ce l’hanno inviato”

ROMA – La Lazio era pronta a sostenere la candidatura di Roma per l’Expo 2030. Ad inizio ottobre era sceso in campo direttamente Claudio Lotito in risposta anche della Roma giallorossa, che aveva scelto di mettere sulla propria maglia lo sponsor “Riyad Season”, città che concorre contro la Capitale nella gara per accaparrarsi l’Esposizione Universale. Ma il logo dell’Expo sulle maglie biancocelesti non è stato mai stampato: “Nessuno mi ha inviato il logo di Roma Expo 2030″, dice ora Lotito a Repubblica. Messaggio diretto al Comitato promotore: “Li ho chiamati quattro volte, nessuno mi ha risposto. Mica posso mettere un marchio senza l’autorizzazione. Qualcuno non ha voluto, forse per non alimentare la polemica con la Roma”.

La risposta del Comitato

“Le nostre trattative hanno mirato ai livelli più alti del calcio italiano”, spiegano dal Comitato promotore. Dunque niente logo sulle maglie della Lazio. L’idea di Lotito caduta nel vuoto. Ora si aspetta il 28 novembre, quando a Parigi il Bureau International des Expositions sarà chiamato a nominare la città ospite di Expo.

Precedente Assegnazione European Golden Boy: oggi la conferenza stampa e l'annuncio del vincitore Successivo L'Italia riparte da Jorginho e dalla maledizione dei rigori