Lazio, Inzaghi patteggia: è multa per blasfemia. Sarà in panchina contro il Cagliari

ROMA – Chi bestemmia, paga. E’ successo col Sassuolo in un momento di trans agonistica, ma Inzaghi se la cava solo con una multa molto salata. Domenica sarà in panchina: niente squalifica, nemmeno per una giornata. L’avvocato Agostini ha ottenuto ieri pomeriggio la soluzione sperata: patteggiamento con sanzione pecuniaria accolto dalla Procura. Adesso Inzaghi può concentrarsi solo sul Cagliari e la firma sul rinnovo, ogni giorno può essere buono questa settimana. Alla fine, dopo i nuovi confronti telefonici con Lotito lunedì sera, si andrà avanti con un biennale (a 2,4 milioni più 500 di bonus) in panchina. Con lui otterrà un aumento tutto lo staff tecnico, compreso il vice Farris issatosi a bandiera biancoceleste nel post-vittoria contro l’Atalanta. Inzaghi aveva la voce roca, Gasperini s’era lanciato nell’ennesima piagnucolata, il vice-Farris lo ha freddato così in conferenza: «E’ nervoso e segnato dalla Coppa Italia persa, che è ben esposta a Formello in bacheca». Eroe fra i tifosi da domenica. In caso di squalifica di Simone, col Cagliari avrebbe potuto prendersi da primo la gloria. Era successo solo un’altra volta: col Torino lo scorso 30 giugno era arrivata (1-2) la vittoria. Porta fortuna.

GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA S.S.LAZIOISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Cittaceleste.it

<!–

–> <!–

–>

Precedente Sarri dirà no al Marsiglia. Ecco cosa ha in mente per il suo ritorno in panchina Successivo FOCUS TMW - Serie B 2020/2021, le panchine: Brescia, esonerato Dionigi. E' il quarto allenatore

Lascia un commento