Lazio, il cuore dei tifosi: abbonamenti oltre quota ventimila

ROMA – Era da 9 anni, precisamente dall’euforico post 26 maggio 2013, tanto per intenderci, che la Lazio non superava in estate quota ventimila abbonati. E guardando un po’ più in generale, prendendo in considerazione i 19 anni di presidenza Lotito, si tratta della settima volta che si taglia un simile traguardo a questo punto della stagione. Era successo nel primo anno di gestione, il 2004-2005, quello che tra l’altro è coinciso anche con il suo personale record. Un primato ancora imbattuto, visto che 28.731 sostenitori si garantirono un posto all’Olimpico per le partite casalinghe di campionato. Un effetto da associare a quanto accaduto l’anno prima, quando con la presidenza Ugo Longo si arrivò a 41.539 e, successivamente, seguì il cambio di proprietà e la salvezza del club raggiunta quando Lotito riuscì a far accettare la transazione “spalma-debiti”. Una riconoscenza per aver scongiurato il fallimento della società che portò il 69% dei vecchi abbonati a confermare il proprio posto allo stadio.

Lazio, il caso Luis Alberto

Lazio, gioia Maximiano

Ventimila abbonamenti

Poi è accaduto per due volte di seguito di superare le 20mila presenze fisse, nel 2008-2009 (in questo caso aiutarono le promozioni relative ai bambini, che potevano entrare pagando un euro, e ai vecchi abbonati, che allo stesso prezzo simbolico potevano portare un loro amico) e nel 2010, rispettivamente con 23.200 e 26.500 tessere staccate. Poi per alte tre stagioni consecutive tra il 2011-2012 e il 2013-2014, con 21.000, 20.484 e 23.173 abbonamenti. Insomma, il risultato ottenuto fino a oggi (a ieri sera eravamo a 20.500) è abbastanza eloquente e può rendere orgogliosa la società. Il tifoso biancoceleste ha risposto presente all’appello da parte del club, di Sarri e dei giocatori. Ha apprezzato il calciomercato che è stato portato avanti fino a oggi, ma soprattutto il progetto avviato un anno fa con l’arrivo del nuovo allenatore in panchina (a differenza di quanto accadde nella rocambolesca estate del dietrofront di Bielsa, quando ci fu il record negativo di abbonamenti, appena 4.000).

Cancellieri: "Tornare a Roma non è stata una sorpresa"

Guarda il video

Cancellieri: “Tornare a Roma non è stata una sorpresa”

La risposta dei tifosi della Lazio

Quello del Comandante è un nome pesante, garanzia di ambizione. È stato lui, in fondo, a fare la differenza. Che si è potuta vedere solo questa stagione perché in quella precedente non era stato possibile aprire campagne abbonamenti d’estate per via delle restrizioni dovute al Covid-19 e alla fine Lotito preferì non muoversi neanche a campionato in corso (come invece fecero altre squadre) per evitare problematiche in caso di nuove limitazioni (che poi effettivamente ci furono). Una risposta importante, che ha dimostrato la grande voglia di tornare allo stadio da parte dei tifosi della Lazio. E un numero che, tenendo in considerazione la prima fase della campagna abbonamenti, ha già superato quanto accaduto negli ultimi due anni prima dello stop imposto dal Covid, ossia il 2018-2019 e il 2019-2020: in queste circostanze, infatti, erano state vendute rispettivamente 19.300 e 19.800 tessere, che poi erano salite con la riapertura di gennaio a 20.000 e 21.600. Sullo slogan “Avanti insieme” di questa stagione la Lazio è riuscita quindi a migliorare quei dati provvisori d’agosto e avrà tempo fino alle 19 di lunedì 8 per incrementarli ulteriormente.

Lazio, Anderson mostra i muscoli. Primo allenamento per Vecino

Guarda la gallery

Lazio, Anderson mostra i muscoli. Primo allenamento per Vecino

Lazio, le iniziative e il mini abbonamento

Al momento è questa la data ultima per sottoscrivere le proprie tessere, non sono previste nuove aperture o proroghe. In cantiere, invece, è un altro mini-abbonamento destinato alle tre gare casalinghe di Europa League, ma si tratta di un progetto sul quale il club si concentrerà più avanti. Adesso le attenzioni sono sugli ultimi giorni della campagna e poi sull’apertura della vendita dei biglietti per Lazio-Bologna, che partirà martedì 9. Alcune proposte per i prezzi sono state sottoposte nei giorni scorsi all’attenzione del presidente Lotito, che a stretto giro deciderà quale strategia utilizzare per rendere l’Olimpico ancora più pieno. La certezza a oggi è che in ogni gara ci saranno almeno 20.500 persone. Ed è sicuramente un ottimo punto di partenza.

Luis Alberto sogna il Siviglia

Guarda il video

Luis Alberto sogna il Siviglia

Precedente Calciomercato Empoli, ufficiale Viti al Nizza Successivo FOCUS TMW - Le nuove maglie della Serie B 2022/2023: a Brescia torna la V sul petto

Lascia un commento