Lazio, idea Udogie. Ecco come trovare i 20 milioni chiesti dall’Udinese

Il giovane terzino è uno dei nomi graditi da Sarri per la fascia, ma la richiesta dei friulani e l’interesse in Premier League frenano l’operazione. Servono cessioni eccellenti

È un nome che intriga parecchio, ma i costi dell’operazione sono tali da renderla proibitiva, a meno di qualche cessione che porti soldi in cassa. La Lazio ha comunque messo gli occhi su Destiny Udogie, il giovane laterale che è stato una delle rivelazioni dell’ultimo campionato. Il giocatore piace per le sue caratteristiche tecniche e fisiche, e anche per la sua giovane età (ha 19 anni, ne compirà 20 a novembre). Sarri sarebbe ben lieto di accoglierlo a Formello. Il tecnico continua infatti a chiedere alla società un terzino sinistro, visto che su quella fascia è per ora costretto ad adattare Marusic e Hysaj, entrambi di piede desto. Udogie sarebbe per l’allenatore toscano la soluzione migliore. La suggestione Marcelo (arriverebbe a parametro zero e sarebbe quindi una soluzione economicamente più vantaggiosa) convince meno per via delle condizioni fisiche del giocatore. E anche l’ipotesi Emerson Palmieri (per via delle difficoltà nella trattativa col Chelsea) sembra avere meno chance rispetto a qualche tempo fa. Resta la candidatura di Emanuele Valeri della Cremonese, ma quella di Udogie sembra ormai aver preso il sopravvento.

COSTI ALTI

—  

Con l’Udinese c’è già stato qualche contatto. La Lazio ha manifestato il suo interesse per l’esterno italiano e chiesto informazioni sui costi dell’operazione. La società friulana valuta il giocatore 20 milioni, una cifra alta, ma che rispecchia il valore del calciatore, per il quale ci sono stati interessamenti anche da parte di alcuni club inglesi. La società dei Pozzo ha inoltre fatto sapere che preferirebbe una cessione a titolo definitivo, senza ricorrere alla formula del prestito con riscatto obbligatorio, anche se su quest’ultimo punto si potrebbe trattare. Lo scoglio vero, per la Lazio, sono i 20 milioni richiesti. La società biancoceleste ha già investito in questo mercato circa 45 milioni, che diventeranno 50 con l’arrivo di Provedel. Dalle uscite sono arrivati invece circa 15 milioni (grazie a Muriqi e Vavro). Lo squilibrio tra entrate e uscite è già consistente, difficile immaginare che possa essere incrementato. A meno di qualche cessione. A questo proposito c’è da registrare l’interessamento del Valencia per Hysaj, la cui uscita – oltre che per questioni economiche – favorirebbe l’arrivo di Udogie anche per questioni tecniche, visto che si libererebbe un posto proprio nel settore degli esterni bassi. La Lazio ha chiesto al club spagnolo 5 milioni per il laterale albanese, il Valencia sarebbe arrivato a 3, ci sarà quindi ancora da trattare. La cessione di Hysaj, da sola, non basterebbe per rendere possibile l’affare-Udogie, ma sarebbe comunque un primo importante passo in quella direzione. Gli altri soldi potrebbero arrivare da una serie di operazioni riguardanti i cosiddetti esuberi (Jony è vicino al ritorno allo Sporting Gijon, Escalante ha molte richieste dalla Spagna). C’è però bisogno di fare in fretta, anche perché – come si diceva – Udogie ha estimatori in Premier.

Precedente Pogba, retroscena su Dybala: "Gli avevo proposto di tornare alla Juve..." Successivo Che rivoluzione: dieci squadre di serie A su venti cambiano i capitani

Lascia un commento