Lazio, idea Emerson Palmieri. Sarri chiede anche un attaccante

ROMA – Le urgenze di gennaio, i sogni per giugno. Sarri allena una Lazio divisa in due, stabile e instabile, e per due Lazio fantastica sul mercato. Aspetta rinforzi a sinistra, vale per l’immediato e per il futuro. Se non arriverà un mancino subito, in estate chiederà a Lotito e Tare di fare un tentativo per Emerson Palmieri del Chelsea, oggi in prestito al Lione. Sempre che sia acquistabile dagli inglesi. I francesi hanno un diritto di riscatto esercitabile a fine stagione, hanno già negato ai Blues la possibilità di riprendere Emerson a gennaio dopo l’infortunio di Chilwell. A Sarri piace il giocatore, l’ha conosciuto durante l’esperienza al Chelsea, quell’anno giocò poco. Ha 27 anni, è nazionale azzurro, è stato vicino al ritorno in Italia in estate, Spalletti provò a portarlo a Napoli. Emerson, parlando di Sarri, ha sempre speso parole dolci: «Con Sarri abbiamo fatto un anno meraviglioso, siamo arrivati terzi in Premier League, in fi nale di Carabao Cup e abbiamo vinto l’Europa League. Con Spalletti è più un rapporto di amicizia, ci parli tutti i giorni anche della tua famiglia. Con Sarri invece è più sul campo, al di fuori non hai molto rapporto, ma è una bellissima persona con un cuore enorme. Sarri lavora più sulla tattica, è quello in cui crede. Anche Spalletti ci tiene molto, ma ti lascia più divertire nelle sedute d’allenamento. Chi si arrabbiava di più? Sicuramente Sarri», sono altri passaggi di un’intervista del passato.

Idea Emerson Palmieri per la Lazio

Emerson il sogno per giugno, chissà se attuabile. Il Lione gli garantisce un ingaggio da 2,5 milioni, i parametri non sono bassi. Un acquisto del genere, per gennaio, non è ipotizzabile. Tra tutti i nomi usciti per l’immediato sembra che a Mau piaccia solo Reinildo del Lilla, è un esterno sinistro mozambicano, è in scadenza a giugno, per prenderlo subito serve un’offerta. I francesi non fanno sconti, sono disposti a perderlo a zero. La Lazio smentisce che arriverà, vedremo chi ha ragione. Si era pensato a Kurzawa del Paris Saint-Germain, 29 anni, è fuori squadra. Guadagna 5 milioni e ha ricevuto un’offerta dal Newcastle. Sarri, lanciando messaggi indiretti, ha fatto sapere di gradire altri obiettivi. E’ un mercato complicato, forse ancora più dell’estate. L’indicatore di liquidità continua a bloccare le operazioni, servono cessioni per ogni acquisto. Lotito ha sbloccato l’indice ad agosto impegnando fondi in prima persona, non lo farà di nuovo. Per la difesa è stato valutato anche Nicolò Casale del Verona, centrale e terzino all’occorrenza. Mario Giuffredi, il suo manager, ai microfoni di Hellas Live ha chiuso ogni possibilità di partenza a gennaio: «Nicolò finirà la stagione al Verona. Deve pensare solo a continuare a far bene con l’Hellas. Poi, a fine campionato, si vedrà». Su Casale c’è il Napoli.

Lazio, le idee per l’attacco

Sarri preferisce un giocatore diverso rispetto a Zaza del Torino, Lasagna e Kalinic del Verona. Chissà dove andrà a pescarlo il diesse Tare. Sta provando a cedere Lazzari e Muriqi, sono i giocatori che possono liberare due posti e con le loro partenze sbloccare i blocchi.

Lazio, il piano uscite: ecco i giocatori in partenza

Guarda la gallery

Lazio, il piano uscite: ecco i giocatori in partenza

Precedente Lazio, Immobile e il nuovo anno: “Aspettiamo nuove sfide” Successivo Calciomercato, scocca l'ora dei parametri zero: da Kessie a Dybala, cosa accadrà

Lascia un commento