Lazio, Guardiola vuole Mandas: è derby con il Manchester United

Un derby all’improvviso, un po’ come a gennaio per l’esordio in Coppa Italia. Stavolta non è quello di Roma e si gioca sul mercato, tra voci che arrivano dall’Inghilterra e altre inaspettate, non ancora svelate. Mandas ha strappato consensi e attirato attenzioni in Premier League. A Manchester, per la precisione: di ieri i rumors di un interesse da parte dello United, che l’estate scorsa aveva ingaggiato sia Onana dall’Inter, sia il secondo Bayindir, prelevato dal Fenerbahce e ora oggetto del desiderio del Trabzonspor. Il primo non ha convinto per rendimento, il turco invece è stato utilizzato soltanto 90 minuti in tutta la stagione. Ma il contatto reale, avvenuto due settimane fa, riguarda il City di Guardiola: un gradimento espresso a metà aprile, nel pieno del tour de force che ha visto il greco protagonista a causa dell’infortunio alla caviglia rimediato da Provedel (tornerà a Monza tra i convocati). 

Mandas, lo scenario  

Mandas l’ha sostituito per 8 partite di fila dall’inizio e confermato i resoconti sul suo valore. Si è dimostrato un vice di livello e prospettiva. La Lazio sta ragionando sugli scenari estivi, nelle ipotesi era entrato anche un possibile prestito per non limitare gli evidenti margini di miglioramento. In questo modo tornerebbe a Formello dopo un’esperienza da titolare (lo era già in Grecia all’Ofi Creta), ma scatterebbe la ricerca di un nuovo dodicesimo. Il futuro verrà decifrato nei prossimi due mesi, nel giro di qualche settimana potrebbe esserci un incontro con il suo entourage (Diego Tavano e l’ex attaccante della Fiorentina, Zisis Vryzas) per definire pure gli aspetti relativi a un prolungamento immediato fino al 2029, cioè un anno in più rispetto al contratto sottoscritto ad agosto scorso. Nei dialoghi entrerà anche un adeguamento delle cifre: il classe 2001 al momento guadagna circa 200mila euro a stagione, alla crescita tecnica potrebbe corrispondere quella economica (richiesta da 500-600mila).  

Interesse

I colloqui sono aperti, la Lazio ci punta e si gode l’investimento minimo (circa 1 milione di euro) fatto alla fine della sessione estiva di mercato. Il suo innesto aveva sorpreso tutti per tempistiche: era già stato tesserato Sepe come vice Provedel e non sembrava esserci spazio per un ulteriore acquisto tra i pali. Le prestazioni – 10 presenze totali tra Serie A e Coppa Italia – hanno ripagato la mossa e fatto accendere anche i riflettori della Premier. Le luci puntate su Mandas partono soprattutto da Manchester. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli, l'allenatore? Il suo nome è nessuno Successivo St. Pauli, il derby della storia: può umiliare l’Amburgo e tornare in Bundesliga

Lascia un commento