Lazio, Farris: “Inzaghi ha perso la voce. Luis Alberto? Un miracolo…”

E’ ancora una volta Caicedo a togliere le castagne dal fuoco alla Lazio. All’Olimpico i biancocelesti vinconocontro lo Spezia per 2 a  1 grazie al rigore trasformato dal Panterone all’88’. Al termine dell’importantissima vittoria dei capitolini, che ha visto la Lazio terminare in 9 per le espulsioni di Lazzari e Correa, è intervenuto ai microfoni di DAZN Farris: “Simone manda i suoi saluti, ma ha perso la voce come spesso è accaduto quest’anno. Loro spingono molto nei primi 60 minuti, poi piano piano si allungano. Sapevamo che sarebbe stata difficile produrre azioni offensive con continuità. Il merito maggiore della squadra è stata l’umiltà. Loro che vengono dalla Serie B vengono a giocarsela qui all’Olimpico. Se non sei umile questa partita non la vinci. Era la settimana di rientro dei Nazionali, abbiamo avuto gli ultimi giocatori giovedì. Nell’arco della partita Lulic e Fares non hanno fatto male, anche se potevamo fare di più sugli esterni. In questo momento i titolari sono altri, ma gente come Lulic e Pereira non ha demeritato. Andreas si è mosso bene, è stato frenato dall’ammonizione. E’ chiaro che ha giocato meno e non ha la continuità di Luis Alberto. La distorsione di Luis sembrava grave, ma ha fatto qualcosa come 24 ore su 24 terapia per giocare. Ha dimostrato grande attaccamento. Abbiamo scavalcato una rivale come la Roma. Oggi la vittoria era l’importante”.

Farris a Lazio Style Radio: “Partita difficilissima e vittoria pesantissima. Squadra umile, caratteristica che dovremo conservare. Lo Spezia ci ha messo in difficoltà con ritmi altissimi. Complimenti a Verde per l’eurogol. Ne siamo venuti fuori con il cuore. In caso di pareggio ci sarebbe stato grande rammarico. Oggi chi ha indossato la maglia ha dato tutto, impegno totale e abnegazione. L’episodio ci ha favorito nel finale. Con Luis è entrata in scena la sua grande voglia e il suo attaccamento alla maglia. Se lo hai in panchina, non puoi non metterlo dentro. 

Farris in conferenza: “Partita difficile contro lo Spezia, che ha giocato in maniera aggressiva, come sapevamo. Il pareggio poteva tagliarci le gambe, invece la squadra non si è disunita e ne siamo venuti fuori col cuore. L’episodio del rigore  ci ha favorito. Oggi i cambi ci hanno dato una grossa mano. Nel finale c’è stata una mischia, noi eravamo lontani, ma purtroppo abbiamo perso due giocatori importanti per la prossima. Per fortuna che abbiam preso i tre punti. Passeremo una Pasqua serena. Rosicchiare punti a quelle davanti, scavalcare la Roma, sarà importante dal punto di vista mentale”.

Precedente GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP/ Gp Doha 2021: qualifiche al via, si parte! Successivo Ligue 1, Lilla batte e stacca il PSG: primo in classifica a +3

Lascia un commento