Lazio, ecco i numeri di maglia della nuova stagione: tante le novità

In occasione dell’amichevole contro la Top 11 Radio Club 103 si sono visti i numeri dei nuovi acquisti, ma non solo

Si è disputata sabato pomeriggio alle 18:30 la prima amichevole sotto le Tre Cime di Lavaredo nonché prima partita della Lazio a marchio Sarri. Il match è terminato sul risultato di 10-0 per i biancocelesti, con otto marcatori differenti. Sono arrivate due doppiette, infatti, per Luis Alberto e Caicedo, più le reti di Felipe Anderson, Raul Moro, Leiva, Muriqi, Lazzari e Vavro. Complici anche le assenze di Immobile, Acerbi e Correa – che ancora deve scoprire il suo futuro – si è trattato necessariamente di una Lazio ancora provvisoria. Così come provvisori, almeno a livello di regolamento, sono i numeri che i biancocelesti hanno indossato, rivelando le scelte dei nuovi e alcuni cambi.

Non c’erano molti dubbi per Felipe Anderson. Il brasiliano, come anticipato da un indizio social nel momento dell’annuncio, ha ripreso la sua classica numero 7, lasciata libera da AndreasPereira. Ritorna quindi FA7, di cui i tifosi si erano innamorati prima del passaggio alla 10, oggi sulle spalle di Luis Alberto. Maglia numero 23 per Hysaj, che riprende la stessa indossata nelle ultime tre stagioni a Napoli. Addio 92 per Akpa Akpro, che prende la 8 indossata per 70’ da Djavan Anderson nella scorsa stagione. Cambia anche Escalante, che prende la 5 assegnata – ma mai indossata – nella scorsa stagione a Lukaku.

Hanno perso i loro proprietari due maglie che da anni ormai non erano più in discussione. La 16 di Marco Parolo e la 19 di Senad Lulic sono effettivamente tornate disponibili, ma lo sono state solo per poco. A ereditare la maglia di Parolo è stato il nuovo arrivato Kamenovic, che in carriera ha sempre indossato la sedici al Cukaricki. Sono finiti quindi, per il momento, i numeri da assegnare ai nuovi acquisti, ma non i cambi di maglia rispetto alla scorsa stagione. La diciannove di Lulic, allora, è finita sulle spalle di Denis Vavro, che abbandona così la maglia numero 93. Ci sarà tempo fino al momento di consegnare le liste per eventuali cambi ulteriori ma, al momento, questi sono i cambi visti ieri contro la Top 11 Radio Club 103.

Precedente Mancini: "Europei come i Mondiali 2006: quest’Italia resterà nei libri di storia" Successivo Vlasic al Milan?/ Calciomercato news, il croato resta il candidato più abbordabile

Lascia un commento