Lazio, dalla questione stipendi alla multa per Luis Alberto: la situazione

ROMA – L’offensiva di Luis Alberto di qualche giorno fa contro la società ha sollevato la questione stipendi in casa Lazio. Il club ha pagato quasi tutto, resta fuori la mensilità di settembre, sulla quale la Figc ha messo una proroga: dal 16 novembre al 1 dicembre. Verrà posticipato così anche l’Irpef (il lordo sulle tasse) di un mese: dal 16 dicembre al 16 gennaio. I club respirano un poco, manca la liquidità. Il Coronavirus ha fermato gli introiti da botteghino e da abbonamenti. Lotito, aggiungendo anche i mancati incassi Champions, ha già perso circa 10 milioni di euro. Altri 10 dovrebbero arrivare dai diritti tv della passata stagione ancora non pagati dalla Lega. Una situazione che colpisce tutte le società in questo momento di emergenza.

La questione Luis Alberto

La Lazio deve versare un premio collettivo (per l’obiettivo Champions) e la mensilità di settembre. Una situazione che Luis Alberto non ha digerito. Lo sfogo gli costerà una multa, ma non solo. Tocca ad Inzaghi ora gestire la situazione dal punto di vista spogliatoio. Il Mago verrà convocato per la sfida con il Crotone, da capire se andrà in campo. Potrebbe essere escluso per punizione, non di certo per scelta tecnica. Successe in passato anche con Immobile. Il momento è delicato, l’assenza di Milinkovic potrebbe pesare a centrocampo (fuori per Covid). Ad Inzaghi la scelta.

“Milinkovic positivo al Coronavirus”: l’annuncio della Serbia

Precedente Tiago Pinto, il retroscena: ecco perché la Roma lo ha scelto Successivo Dalla Spagna: "Rissa tra colombiani dopo l'umiliazione, coinvolto James"

Lascia un commento