Lazio, chi è sotto esame e chi si gioca tutto: i retroscena della rosa

Difesa confermata, urge restyling sulle fasce

Provedel è la cassaforte della Lazio, ha adeguato il contratto, confermandone la scadenza nel 2027. Lo stesso è stato fatto con Patric. Il gruppo dei centrali, a meno di offerte inattese, è tutto confermabile: Romagnoli, Gila e Casale. Il manager di quest’ultimo ha svelato di averne parlato al Napoli a gennaio. In estate era blindato, quest’anno ha vissuto varie vicissitudini, verrà valutata la cessione solo se sarà lui stesso a chiederla. Ma alle cifre di Lotito. Sono in bilico i terzini a parte Pellegrini, il cui riscatto sarà chiuso nel giugno 2025 da Lotito. Marusic è in scadenza nel 2026, ha 31 anni, non sta vivendo la stagione migliore e dopo la partenza di Milinkovic ha iniziato a pensare ad un futuro lontano dalla Lazio. Lazzari è sulla giostra: sale e scende dalla scala gerarchica di Sarri. Lo legittima e lo scarta. Nel 2022 ha rinnovato fino al 2027, è uno dei giocatori da attenzionare. Hysaj, contratto fino al 2025, potrebbe restare fino alla scadenza. Ha un contratto da oltre 2 milioni, nessuno ha mai raggiunto la cifra per tentarne la partenza. Ha compiuto 30 anni e come Lazzari viene rilanciato e rimandato. Le fasce hanno bisogno di restyling. Del pacchetto difensivo fa parte Mandas, promosso secondo portiere. Rimarrà come vice Provedel a meno che non si decida di fargli maturare esprienza altrove. Quest’anno s’è preferito tenerlo a Formello, dovrebbe accadere lo stesso. Sepe è in scadenza a giugno, rientrerà alla Salernitana, è arrivato in prestito secco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Luis Alberto affaticato, Lazio in emergenza a centrocampo Successivo Leao, evoluzione da vero numero 10