Lazio, botta e risposta Immobile-Milinkovic: “Gli pagherò una cena”. “Me lo segno…”

E’ da sempre il trio delle meraviglie. Milinkoivc e Luis inventano, Immobile concretizza. Ciro lo sa e lo riconosce promettendo di sdebitarsi

Le colonne portanti della Lazio, formati e modellati da Simone Inzaghi definiti al meglio da Sarri. Al triplice fischio di Irrati la Nord si gode i suoi tre gioielli. Milinkovic, Luis Alberto e Immobile sono la fora della Lazio e questa è storia nota. Il Sergente e il Mago se li gode ancora di più Ciro Immobile. Il 56% degli assist del gigante serbo (23 su 41 in Serie A) sono stati per il capitano; quest’anno il 100% dei gol di King Ciro son arrivati su passaggio di Milinkovic. Un marchio registrato la palla del 21 per il 17, una ricetta che funziona troppo bene e viene quasi automatica. Poi c’è Luis Alberto che di palle al capitano poi capitalizzate in gol ne ha servite altrettante. Un trio magico, il tesoro prezioso di Sarri e tifosi.

“I 23 assist di Milinkovic per me? È un giocatore incredibile, con lui e Luis devo dividere i meriti per i gol. Mi hanno messo nelle condizioni di esprimermi al meglio, mi conoscono come mia moglie. Gli offrirò una cena a testa”

Così parla ai microfoni di DAZN Immobile, sottolineando come la sua straordinaria prolificità (185 gol in A raggiunti ieri) sia merito anche e soprattutto del 10 e del 21. Mai come quest’estate il trio è stato vicino a separarsi; Immobile la Lazio non la lascerà mai, è stato chiaro, Luis e Milinkovic potrebbero un giorno partire ma le gesta dei tre diamanti biancocelesti rimarranno nella storia della Lazio.

Me lo segno, lo aspetto” ha risposto il Sergente quando a DAZN gli hanno rivelato la promessa di cena fatta da Immobile. Un legame forte quello tra i tre che va oltre il campo. Immobile li coccola il più possibile. Emblematiche le razioni al gol di Luis con l’Inter: “Ma che ca**o di gol hai fatto” e all’assist di Milinkovic contro la Sampdoria: “Mamma mia Sergio“. Immobile è la voce dei laziali in tutto e per tutto anche nelle esultanze. I tre sono perfetti insieme, la Lazio lo sa e questo campionato lo capirà nuovamente.

Precedente Var, gli errori più clamorosi da Udogie a Alexander-Arnold Successivo Milan, ecco la Dinamo Zagabria: i bonus del match di Champions League

Lascia un commento