Lazio, avanti per Ilic e Casale. Il Verona li valuta 28 milioni, la strategia di Lotito

Sarri vuole i due gioielli dell’Hellas, la trattativa prosegue. Ma sui due non ci sono solo i biancocelesti…

La Lazio, dovendo ricostruire la rosa, si guarda intorno alla ricerca di qualche buona occasione di mercato. Alcune di queste potrebbero arrivare da Verona: con l’Hellas i biancocelesti sono in ottimi rapporti (in particolare i due presidenti Lotito e Setti), e, come successo la scorsa estate con Zaccagni, potrebbero riuscire a chiudere alcune operazioni.

LA SITUAZIONE

—  

Durante la scorsa settimana il presidente del Verona Maurizio Setti, intervenuto in diretta su Radiosei, è stato chiaro: “Con la Lazio sono in piedi diverse trattative, ne potremmo chiudere più di una”. I biancocelesti sono interessati a Casale in difesa, Ilic a centrocampo e Simeone in attacco. Soprattutto per quel che riguarda difesa e centrocampo la Lazio ha bisogno di rinforzi, motivo per il quale la corsia preferenziale con il Verona va tenuta d’occhio. Il club veneto economicamente sta bene, ed è quindi disposto a fare un passo verso la Lazio trovando modalità di pagamento comode, come accaduto con Zaccagni. Sia per Casale che per Ilic discute quindi sulla base di un prestito con obbligo di riscatto. Per il difensore i veneti chiedono circa 10 milioni totali, 18 per il centrocampista: Casale si potrebbe quindi prendere con un prestito da 2 milioni spalmando poi i restanti 8 su rate annuali. Ilic (con il quale i biancocelesti hanno un accordo di massima) potrebbe esser preso con un prestito leggermente più oneroso (3 milioni), pagando anche qua la differenza in rate annuali (ma la Lazio vorrebbe fermarsi a una valutazione complessiva di 15 milioni). Oltre alla Lazio però i giocatori del Verona piacciono a diversi club, motivo per il quale il Verona non ha la necessità (né la volontà) di aspettare i biancocelesti. Il passo verso i romani il Verona lo fa accettando modalità di pagamento comode, ma Setti aspetta che Lotito decida se affondare il colpo. Resta quindi in attesa di sviluppi, ma la Lazio, che con loro due riuscirebbe anche a ringiovanire la rosa (la più vecchia della scorsa Serie A) dovrà chiudere prima che si inseriscano altri club.

Precedente Milan, il piano rinnovi di Cardinale: adeguamento a Tonali, poi... Successivo Juve Summer Tour: le date e le amichevoli di luglio in Usa

Lascia un commento