Lazio a caccia di un esterno: Tudor in corsa per Gosens

Illustri partenze, aspettando i nuovi colpi. Lotito e Fabiani possono rispondere solo in un modo ai tormenti-lamenti della piazza: centrando acquisti validi, pronti, adatti al calcio di Tudor, anche se non da pelle d’oca. La giostra dei nomi è partita ed è già convulsa. Alcuni sono depennabili, altri resistono. Serviranno innesti in tanti ruoli, soprattutto a centrocampo e in attacco. Tudor fa spesso riferimento agli esterni parlando della fase offensiva, dal loro movimento cambia la disposizione in campo, la difesa passa da 3 a 4 e viceversa. Ad oggi ha in rosa Marusic, Lazzari, Hysaj e Pellegrini. Ha provato Felipe per emergenza. Il primo è considerato un titolarissimo, per Tudor può fare anche il terzo in difesa. Lazzari è stato testato a sinistra, ha smentito i rumors sulla volontà di andare via. Hysaj e Pellegrini giocano poco. Un arrivo in più è programmabile, salvo cessioni. E’ considerato un buon profilo Robin Gosens, ex Atalanta e Inter, oggi all’Union Berlino. Da tempo è in orbita Bologna. Marotta l’aveva acquistato per 25 milioni più ricchi bonus nel gennaio 2022 salvo cederlo dopo un solo anno e mezzo per 15 milioni. All’Atalanta era un treno, prima dello strappo che l’ha condizionato e della recidiva. L’Inter l’aveva preso comunque, si aggiunse una lussazione ad una spalla, non è mai stato il cursore visto con Gasperini. In Germania ha ritrovato continuità, conta 25 presenze in campionato, 6 gol e un assist. Le apparizioni stagionali sono 32, 7 i gol totali (uno in Champions). Gosens vorrebbe tornare in Italia, l’Union ha vissuto una stagione difficile, è poco sopra la soglia “retrocessione”. Il Bologna s’era fatto avanti per primo, è valutato anche dalla Lazio. Gosens è tra i candidati per la corsia sinistra, ha 29 anni. Non rientra nell’identikit dei verdi d’età, ma è un giocatore d’esperienza, fisicamente roccioso se sta bene. Tudor aspetta uomini di fisico e gamba. A Marsiglia aveva Clauss, 31 anni, e Tavares, oggi al Nottingham Forest, di proprietà dell’Arsenal. Tavares ha 24 anni, è in scadenza con i Gunners nel 2025, può essere un’occasione di mercato, sempre che Tudor ci pensi. A centrocampo alcune strategie si legano al futuro di Kamada, non ha ancora comunicato se farà scattare il rinnovo o se andrà via a zero. La Lazio già a gennaio seguiva i movimenti di Cesare Casadei, gioiello del Chelsea e dell’under 21 italiana. Ha 21 anni, è rientrato dal prestito al Leicester, ma non sta giocando. Centrocampista, mezzala, può tornare sul mercato, ma sarebbe un’operazione da chiudere in prestito.

Lazio, occhi su Cambiaghi

Via Felipe, chissà come andrà con Luis Alberto, si proverà a rescindere con Pedro. Serviranno due-tre trequartisti. A gennaio s’era trattato Nicolò Cambiaghi dell’Atalanta, in prestito all’Empoli, è un nome che rimbalza di nuovo. Ha 23 anni, tornerà a Bergamo. Gioca nel 3-4-2-1 dietro la punta centrale o nel 3-4-3 da ala. Futuro e prezzo li deciderà l’Atalanta, non sarà facile strapparlo a Percassi. In attacco occhio a Dia e Tchaouna, in uscita dalla Salernitana. Il primo deve risolvere il contenzioso con il club, il secondo s’è messo in mostra anche all’Olimpico contro la Lazio. Un centravanti e una seconda punta. Tudor ha valorizzato Barak a Verona, chiuso a Firenze. Ha 29 anni, vale lo stesso discorso fatto per Gosens. Tra i baby c’era stato un contatto per Rocco Vata, 19 anni oggi, trequartista-ala del Celtic. Call conference con il padre Rudi, ex giocatore del club scozzese. Poi il passo indietro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Roma, il primo anno di Lina Souloukou: dalla diffidenza al rispetto di tutti Successivo Como, la favola ricca che sogna la Serie A vent'anni dopo