L’Australia pazza di Ronaldo: “Pronti a dargli l’amore che cerca”

Il sogno di Cristiano Ronaldo, che assomiglia molto a un chiodo fisso, è quello di tornare a giocare la Champions League già a gennaio, quando salvo sorprese si consumerà il divorzio dal Manchester United, nella sostanza già certo dopo l’intervista-sfogo rilasciata al ‘Sun’.

Ronaldo sempre più isolato, solo e triste prepara i Mondiali

Guarda la gallery

Ronaldo sempre più isolato, solo e triste prepara i Mondiali

Cristiano Ronaldo e l’ossessione Champions League

L’eterna sfida a Leo Messi, ma anche la volontà di mostrarsi ancora decisivo a grandi livelli, rappresentano la molla che può spingere CR7 a prendere in considerazione la possibilità di restare in Premier, magari per firmare con il Chelsea, o di tornare in patria per indossare la maglia del Porto, grande rivale del suo amato Sporting che però in Champions League non gioca più.

L’Australia chiama Ronaldo: “Qui sarebbe rispettato e amato”

Al momento attuale, però, sul tavolo di Ronaldo e del suo agente Jorge Mendes ci sono solo un paio di offerte extra-europee. A quella dell’Inter Miami di David Beckham si è infatti aggiunto l’interessamento concreto proveniente dal campionato australiano. Nessuna squadra è ancora uscita allo scoperto, ma ad aprire allo sbarco di Ronaldo nell’isola più grande del nuovissimo continente è stato il CEO dell’A-League, il massimo campionato australiano, Danny Townsend, che si è fatto avanti senza mezzi termini durante un’intervista rilasciata alla radio SportsFM. “Abbiamo presentato un’offerta a Ronaldo e al suo manager qualora decidessero di lasciare lo United – ha ammesso Townsend – Certo sappiamo di non poter competere a livello economico con eventuali altre proposte, ma siamo pronti a dare a Cristiano quel rispetto e quell’amore che al momento dice di non stare ricevendo”.

Cristiano Ronaldo, quale futuro?

Guarda il video

Cristiano Ronaldo, quale futuro?

Ronaldo, la tentazione Portogallo e il precedente di Nani

Solo un sogno? Se ne saprà di più dopo il Mondiale, l’obiettivo principale dell’intera stagione di Ronaldo, che in Qatar vorrà mostrarsi ancora competitivo ad altissimi livelli proprio per strappare l’ultimo contratto importante della carriera, possibilmente però in un campionato di alto livello: “Sappiamo che potrebbe sembrare un azzardo – ha concluso Townsend – ma riteniamo che la nostra proposta sia convincente e che Ronaldo possa prenderla in considerazione”. Chissà in tal senso che un aiuto agli australiani non arrivi da Nani, amico, connazionale ed ex compagno di Ronaldo allo United, approdato nel campionato australiano lo scorso luglio, dopo la breve e fallimentare esperienza al Venezia, per indossare la maglia del Melbourne Victory.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Corea, festa a sorpresa per Kim: il video diventa virale Successivo Tonali rassicura tutti: "Sto bene, fiero di far parte di questa Italia"

Lascia un commento