L’assurda classifica inglese: “Scopri se il tuo club è al top per arresti”

Dall’Inghilterra sono arrivati numeri sconcertanti riguardo i divieti e gli arresti dei tifosi delle varie squadre di club. Il The Sun ha pubblicato alcuni dati e ha affermato come questi siano in netto aumento rispetto a quelli degli ultimi anni, soprattutto c’è stato un incremento da dopo il Covid.  Circa 682 divieti sono stati emessi la scorsa stagione, il massimo da oltre 12 anni a questa parte. I reati commessi più comuni sono stati quelli dei disordini di ordine pubblico, tra cui anche atti ben più violenti. Il tema Hooligans è, da sempre, stato una delle piaghe da debellare in Premier League e tramite delle leggi sono riusciti a ridurre drasticamente questi numeri, anche se nell’ultima stagione è tornato questo fenomeno problematico. In Italia si sono verificati disordini di questo tipo qualche giorno fa in occasione di Padova-Catania, andata della finale di Coppa Italia di Serie C. Ma ecco nel dettaglio le due classifiche per quanto riguarda il campionato inglese.

Divieto ai tifosi: la classifica di Premier

La prima classifica che è stata stilata riguarda i divieti a seguito di disordini e a guidarla è il Manchester United con 69 tifosi sanzionati. Un balzo in vetta quello dei Red Devils con ben 45 tifosi fermati in più rispetto alla stagione 2022. E’ rimasto stabile al secondo posto il Millwall con 66 e 14 divieti in più rispetto all’annata precedente. A chiudere il podio c’è il Leicester con 56 (+20 rispetto al 2022). Poco distanti anche il Birmingham – diminuiti rispetti ai 57 di un anno fa – e il West Ham, rispettivamente con 54 e 52 divieti. Non solo sanzioni, ma anche gli arresti e anche qui i numeri preoccupano gli inglesi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Fiorentina, sarà rivoluzione: a centrocampo solo in due sicuri di restare Successivo Ternana, Capozucca: "Alla Samp auguro i playoff. Lunedì ce la giocheremo anche con loro"

Lascia un commento