Lars Olsen: “La Danimarca ha più ‘dinamite’ che nel ‘92: dovessimo vincere…”

Il capitano della Danimarca campione d’Europa del 1992, Lars Olsen, crede che la squadra di oggi abbia più ‘dinamite’ rispetto a quella di Peter Schmeichel e compagni.

Ci sono le belle partite di calcio, le belle sfide, le belle cavalcate al successo ma anche le fantastiche storie di calcio. E spesso, nelle belle storie, Davide batte Golia e soprattutto, lo fa per qualcuno. Il Davide di turno potrebbe essere la Danimarca che non si è certamente affacciata all’Europeo come una delle favorite ma che tuttavia ha riscosso l’affetto di tutto il mondo del calcio per ciò che è capitato a Christian Eriksen nella prima partita dei gironi contro la Finlandia. Il capitano della Danimarca campione d’Europa del 1992, Lars Olsen, crede che la squadra di oggi abbia più ‘dinamite’ rispetto a quella di Peter Schmeichel e compagni.

ORGOGLIOSO – 29 anni fa, Lars Olsen sollevava la coppa nello stadio Ullevi di Göteborg: la Danimarca era campione d’Europa. Dopo tutto questo tempo, la nazione che fa da ponte tra l’Europa continentale e la Scandinavia sia geograficamente che culturalmente torna a sognare in grande. Prima dello scontro con la Repubblica Ceca, l’ex capitano Olsen spiega alla Bild: “Sono felice e molto orgoglioso di questi ragazzi, come tutti qui in Danimarca. Prima della partita contro il Galles nessuno dubitava che potessimo vincere: il 4-0 è stato meritato”. Certo, l’entusiasmo c’è e anche qualche parallelismo con la nazionale del ‘92 e anche con quella del 1996. E non si tratta delle individualità ma di una sorta di identità… ritrovata.

DINAMITE – Il filo conduttore tra il 1992, il 1996 e il 2021 è quello che anche il tecnico Hjulmand ha detto chiaramente e che Olsen sottolinea: “La Danimarca non ha certo i migliori giocatori dal punto di vista individuale del torneo ma ha una grande squadra. Questo mi ricorda la vittoria del titolo nel 1992. Dopo aver battuto la Germania in finale, anche Vogts aveva detto la Danimarca non aveva i migliori giocatori ma la miglior squadra. Anche nel 1996 aveva detto che la stella era la squadra. Ora abbiamo più ‘Dinamite danese’ e se dovessimo vincere di nuovo l’Europeo… la Danimarca esploderebbe”. Dinamite danese a parte,  la nazionale della Sirenetta sta giocando bene e facendo sognare i tifosi: chissà che non riesca ad arrivare in finale.

Precedente Fiori d’arancio per Sensi, ecco la data del matrimonio Successivo Gravina: "Per la Spagna solo 125 biglietti... L'Italia? Diffonde bellezza"

Lascia un commento