Lancio di oggetti su Reina, individuati i responsabili. L’Atalanta: “Li puniremo”

Il club, dopo che gli inquirenti avrebbero rintracciato gli autori del lancio degli oggetti che hanno colpito il portiere della Lazio, ha pubblicato sul proprio sito un comunicato: “La società si attiverà a prendere provvedimenti”

Il caso monetine di Bergamo è ancora aperto. Il fatto, lo ricordiamo, è questo: nei minuti di recupero del match tra Atalanta e Lazio (2-2), il portiere biancoceleste Pepe Reina era stato colpito in testa da una moneta lanciata dalla curva alle sue spalle. Lo spagnolo era appena stato ammonito per perdita di tempo, dopo essersi attardato a togliere via dal campo alcuni oggetti lanciati (un rotolo di scotch tra gli altri) e subito dopo il provvedimento dell’arbitro è stato colpito. Ora la questura di Bergamo che sta indagando sui responsabili avrebbe individuato i colpevoli.

il comunicato

—  

E il club, che aveva già condannato l’accaduto, oggi ha emesso un nuovo comunicato pubblicato sul sito: “A seguito di individuazione da parte della questura di Bergamo dei soggetti autori del lancio di oggetti in occasione dell’incontro Atalanta-Lazio, si attiverà affinché siano applicati immediatamente i provvedimenti di inibizione all’impianto nei termini che verranno definiti dalle Autorità competenti”.

Precedente In Champions scocca l’ora di Giroud. E Diaz si prepara per il derby Successivo La Juve festeggia 'il compleanno' e lo Zenit gli fa gli auguri: "Ci vediamo in Champions"

Lascia un commento