Lampi di Zemanlandia: il Foggia ne rifila 4 al Potenza. Il Pescara è gia solo

I pugliesi segnano 3 gol in 6’ e domani attendono l’annuncio di Kragl, ultimo colpo di mercato. Nel girone B, abruzzesi solo in vetta dopo la vittoria in casa della Carrarese

In attesa del derby Modena-Reggiana nel posticipo di domani (ore 21, diretta Rai Sport), la seconda giornata di Serie C ha visto scendere in campo oggi tutto il resto del girone B e le quattro sfide mancanti del girone C dopo gli anticipi di sabato.

girone B

—  

Trascorsi 180 minuti, c’è già una sola squadra al comando. E’ il Pescara di Auteri, che viaggia a punteggio pieno dopo il successo sul campo della Carrarese (1-2): nel primo tempo Battistella ha risposto al vantaggio abruzzese di De Marchi, dopo l’intervallo Pompetti si è fatto respingere un rigore da Vettorel prima del guizzo decisivo di capitan Memushaj. Battuto all’esordio proprio dai biancazzurri, si riscatta invece l’Ancona-Matelica: festa al Del Conero per il successo sull’Olbia (2-1, doppietta di Moretti poi espulso) in una gara nervosissima conclusa con tre cartellini rossi (due a carico dei sardi, penalizzati anche dalle incertezze del portiere Ciocci). Vittoria in rimonta del Cesena al Porta Elisa: Lucchese avanti con Corsinelli, poi il ribaltamento firmato da Ardizzone e Candela. I bianconeri di Viali salgono a quattro punti, quota raggiunta anche dal Siena (0-0 a Teramo) e dall’ambizioso Gubbio che ha battuto 1-0 la Fermana con gol di Bulevardi che si è fatto poi espellere nel finale (proteste ospiti per un rigore non concesso su Marchi). La sorpresa arriva dalla Toscana, con la caduta dell’Entella (3-1) sul neutro di Pontedera che ospita il neopromosso Montevarchi: al tris di Jallow, Gambale e Tozzuolo (incertezza di Paroni) ha risposto troppo tardi Schenetti (secondo gol in due partite) dal dischetto. Curiosità: il Montevarchi non batteva i liguri dal 1984 e in quella occasione fece gol l’attuale tecnico Roberto Malotti.

Si è ripetuto dopo la prima giornata anche Michele Vano, centravanti della Pistoiese nuovamente a segno nel derby contro il Grosseto (1-1, pari di Scaffidi nel recupero, non impeccabile il portiere Crespi). In casa della Vis Pesaro il Pontedera è stato abile a risalire da 0-2 a 2-2, riprendendo la partita dopo l’intervallo. Tonfo della Viterbese, punita a domicilio (0-3) dagli errori in difesa che hanno prodotto nel secondo tempo i tre graffi dell’Imolese.

girone C

—  

Lampi di Zemanlandia: un Foggia a tratti travolgente ha steso 4-1 il Potenza, con tre gol in sei minuti piazzati nel cuore del secondo tempo. Il tabellone dello Zaccheria era fermo sull’1-1 (Ricci aveva replicato a Ferrante), quando l’onda rossonera si è abbattuta sui lucani – nel loro momento migliore – mandando in porta Petermann, Merkaj e Curcio. Domani è atteso l’annuncio di Oliver Kragl, il regalo di mercato del presidente Canonico al tecnico boemo. Primo acuto stagionale del Bari dopo gli stenti di Coppa Italia e dell’esordio in campionato: al San Nicola nessun lieto fine per la favola Monterosi (4-0), score aperto da capitan Di Cesare e completato da Cheddira (prima gioia in biancorosso, assist di D’Errico) e dai rigori di Antenucci e Simeri. A guardare dall’alto anche le piazze storiche c’è però il Monopoli, sempre più solida realtà, unica squadra che ha sempre vinto: 1-2 il risultato in casa della Turris, partita stappata dopo appena 2’ dal terzo gol in due partite del capocannoniere Starita (che si è fatto anche parare un rigore da Perina). Riparte il Francavilla: 1-0 alla Vibonese, a segno Ventola arrivato in prestito dall’Ascoli. Il k.o. di Latina, intanto, ha fatto saltare la panchina della Paganese: Lello Di Napoli, esonerato, è stato sostituito da Gianluca Grassadonia che torna in un club dove già ha fatto bene.

Precedente Shomurodov: “Io e Abraham presto insieme. Obiettivo? Tornare in Champions” Successivo Sommer para tutto, l’Italia spreca anche un rigore: la Svizzera strappa lo 0-0

Lascia un commento