L’agente di Lautaro: “Non c’è nessuna possibilità che vada via dall’Inter”

Il procuratore Camaño esclude una partenza del Toro in estate: “Chi segna così tanto non passa inosservato, ma ha 4 anni di contratto ed è felice”

“A oggi non ho nessuna ragione per pensare che ci sia anche solo una possibilità che vada via dall’Inter”. Il procuratore di Lautaro Martinez non ha dubbi sul futuro del suo assistito, spinto dalla sua miglior stagione di sempre a livello realizzativo e blindato da un quadriennale con i nerazzurri. Le parole di Alejandro Camaño a FcInterNews non lasciano spazio a interpretazioni: “La verità è che un giocatore che segna così tanti gol in una lega complicata come quella italiana non passa inosservato – spiega l’agente del Toro -, ma restano 4 anni di contratto. Lui sta bene, è felice, si gode la squadra, la società, i compagni. Non ci sono ragioni per andare via”.

In simbiosi

—  

Ovviamente quando si parla di calciomercato è meglio non dare nulla per scontato, ma al momento non dovrebbe essere lui la pedina sacrificata nell’ottica della sostenibilità economica: “Il calcio professionistico sappiamo com’è, io oggi affermo questo e domani può cambiare tutto”. Con città e tifosi, poi, l’attaccante si trova sempre meglio: “In questo momento stiamo godendo di un anno molto buono per Lautaro. Dal punto di vista calcistico, ma anche di quello della vita privata e della stabilità. Stiamo percependo l’affetto delle persone di Milano, anche perché da poco ha dato il via a un progetto con Agustina nella città”. L’allusione è al ristorante Coraje, inaugurato due giorni fa con alcuni compagni di nazionale.

A lungo termine

—  

Centrale è ovviamente il contratto che lega giocatore e società, che però non è mai stato firmato con il fine di monetizzare, come spiega Camaño : “Quando ci eravamo seduti per discutere il rinnovo, non era pensando a una prossima vendita. Ma al successivo gol, alla seguente partita, alla Serie A, alla Champions. Non è un contratto pensato per una cessione , ma per essere felice all’Inter”. Lautaro, intanto, si trova sempre meglio in nerazzurro: “È argentino. Emozionalmente è uno che si vincola al club dove sta. Proviene da una squadra come il Racing, ad alta emozionalità, dove i giocatori si trasformano in tifosi della squadra di cui vestono la maglia. Ha toccato pure in Italia questa fortuna con l’Inter. Lautaro affronta la pressione, mira a grandi obiettivi. Esalta i valori dell’interismo. Non so cosa succederà in futuro perché è il calcio professionistico. Però per Lautaro giocare nell’Inter è qualcosa di splendido, come per molti altri calciatori che vorrebbero arrivare in nerazzurro”. Ma adesso c’è lui, il Toro, e da Milano non ha nessuna intenzione di spostarsi. Per la gioia dei suoi tifosi.

Precedente Salernitana, Mazzocchi in uscita: cinque club su di lui Successivo Adli, promesso sposo del "piolismo": da 10 o in mediana ecco quanto sposta

Lascia un commento