Lady Sensi sbotta: “Non la pensate come me sui vaccini e mi insultate? Vi denuncio”

La moglie del giocatore dell’Inter, Stefano Sensi, ha fatto capire di essere contraria alle ultime decisioni del governo e i follower l’hanno attaccata

Finora non aveva mai espresso una posizione netta e chiara sul vaccino contro il coronavirus. Si era limitata a parlare di rispetto per le posizioni di tutti. Ma nelle ultime ore, dal suo profilo Instagram, Giulia Amodio ha fatto capire di non essere a favore del super green pass con una battuta ironica. Il governo ha rinforzato le disposizioni sul vaccino: solo chi è vaccinato potrà accedere, dal 6 dicembre al 15 gennaio, ai teatri, ai cinema, bar e ristoranti al chiuso. Non saranno più accettati i tamponi rapidi richiesti a chi il vaccino non ce l’ha, per ottenere il green pass.

La moglie del giocatore dell’Inter, Stefano Sensi (lui è vaccinato), dopo aver detto la sua sul super green pass, bollandola come una decisione non intelligente e dopo aver parlato di dittatura, ha ricevuto evidentemente insulti attraverso la sua pagina sul noto social network e si è sfogata in una stories.

Il prossimo che mi scrive un’offesa per un mio cazzo di liberissimo pensiero, lo denuncio. Non sto scherzando e dovreste saperlo. Ma state a vedere che vi potete sentire qualcuno per giudicare una mia libera scelta. Mi spiace ma non mi faccio mettere i piedi in testa sa nessuno. Sono una persona rispettosa e non ho mai detto il mio pensiero né giudicato nessuno. Chi vi sentite voi per farlo nei confronti degli altri? Ma basta. Se pensate di spaventare me come avete fatto con altri poveri cristi, vi sbagliate di grosso“, ha scritto.

Precedente Tiro a segno Roma, secondo posto blindato: Zaniolo trascina, Abraham ne fa due Successivo Lokomotiv Mosca-Lazio 0-3: bis di Immobile su rigore e Pedro-gol

Lascia un commento