La Ventura lancia il Toro: “Juric ha riacceso la passione”

Il pensiero speciale rivolto all’allenatore: “È un guerriero come Jackie Chan, è riuscito a riaccendere l’amore verso la maglia granata”

Dal nostro inviato Mario Pagliara

2 ottobre – Torino

Al derby proprio non si comanda e non si resiste. Provate a chiederlo a Simona Ventura, noto personaggio dello spettacolo e grande tifosa granata. Nonostante sia al lavoro per preparare un nuovo programma, la Ventura si è già attrezzata per non perdersi un minuto di questo atteso Torino-Juventus. “Sono già munita di wi-fi e di tutti gli strumenti tecnologici per poter vedere la partita. Oggi abbiamo le prove fino a tardi – racconta alla Gazzetta – ma con il cuore ci sono: non so se verso le 18 mi concederanno una pausa, ma cercherò in ogni modo di seguire la partita. Questo derby non me lo posso perdere”.

Questo nuovo Toro così divertente che cosa le ispira?

“È tornato quel Toro che noi tifosi di lunga data cercavamo. Ovviamente quando incontri le grandi squadre puoi anche perdere, seppure ci auguriamo che questa sera andrà diversamente, però questa squadra trasmette la garanzia che dimostrerà di avere sempre carattere. Questo Toro ha ritrovato il cuore granata: grazie al nostro nuovo allenatore, Ivan Juric, è stata ritrovata la personalità, proprio quel grande carattere di cui parlavo prima. Per quel che mi riguarda, sono proprio quelle qualità che chiedo che il Toro possa sempre rappresentare e avere”.

In così poco tempo, Ivan Juric è già entrato nel cuore dei tifosi: come se lo spiega?

“Credo che sia stato scelto dal presidente Urbano Cairo proprio per questo: per riaccendere un entusiasmo in un ambiente che era un po’ demotivato dopo il campionato abbastanza opaco dell’ultima stagione. Juric è entrato come un coltello nel burro in un’apatia che aveva avvolto l’ambiente granata. Ha ridato la passione per questa maglia che è sempre nel cuore di tutti, di noi tifosi ma non solo. Quella del Toro è una maglia che rimane stampata nell’anima, per sempre”.

Se fosse un attore del cinema, Juric chi le ricorderebbe?

“Senza dubbio Jackie Chan, perché è un guerriero. È stato bravo perché è riuscito a riaccendere l’amore verso la maglia granata e quel senso di appartenenza tipico del Toro”.

E se dovesse scegliere un calciatore indicandolo quale uomo derby per questa sera, su chi andrebbe?

“No no, non scelgo nessuno: mi sento di dire che questa sera dovrà emergere il vero carattere da Toro. Parlo di quel carattere che mi hanno sempre raccontato Pulici e Graziani. Loro che quando salivano le scalette per entrare sul campo, rullavano i tacchetti sui gradini. Era un modo per dire agli juventini: Il Toro c’è”.

Precedente Crotone-Ascoli, le formazioni ufficiali: Borrello al fianco di Benali. C'è Bidaoui dal 1° Successivo Bici, basket, cappelletti: i segreti della forma del nonno bis Stefano Pioli

Lascia un commento