La Supersquadra della 33ª giornata: dominio Inter e Bologna

Ecco la Supersquadra delle 33a giornata. Per ovvie ragioni è piena di giocatori del Bologna e dell’Inter. Nel giorno della seconda stella dell’Inter, l’allenatore non può essere che Simone Inzaghi. Modulo: 4-2-3-1.

Ochoa (Salernitana)

Prende due gol che non può parare in nessun modo, ma se la Salernitana non viene sepolta di reti il merito è di questo ragazzo quasi quarantenne che conserva l’elasticità di un tempo. Almeno tre interventi decisivi contro la Fiorentina.

Gendrey (Lecce)

Da terzino destro segna la prima rete del Lecce a Reggio Emilia e inguaia il Sassuolo. Oltre al gol, una prestazione eccellente.

Lucumi (Bologna)

Un altro Stones del nostro campionato. A Roma fa un partitone con un solo errore difensivo e con tantissime giocate in fase di impostazione.

Luperto (Empoli)

Gioca contro la sua ex squadra, deve controllare un certo Osimhen, ma lo fa con pulizia tecnica e disinvoltura. In più, rilancia l’azione.

Calafiori (Bologna)

Thiago Motta lo sposta nel suo ruolo antico, quello di terzino sinistro, ed è una mossa decisiva nella vittoria dei rossoblù all’Olimpico, una vittoria che sa tanto di Champions.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Man United, Antony dopo il brutto gesto in FA Cup: “Non hanno trattato bene i nostri tifosi” Successivo Retroscena Roma: Osvaldo all'Olimpico, i gesti di De Rossi e Dybala nello spogliatoio