La spinta di Iervolino: “Sono un sognatore, Ribery la luce, possiamo salvarci”

Il nuovo proprietario della Salernitana: “La mia è una scommessa, non una follia. Colantuono? Facciamolo lavorare…”

Dal nostro inviato Andrea Pugliese

3 gennaio – SALERNO

Se sia stata davvero la scelta giusta o meno lo dirà solamente il tempo. Di certo non è una scelta folle, almeno non lo è per lui, che due giorni dopo essere diventato il proprietario della Salernitana sta già studiando ogni singolo dettaglio per rilanciare la squadra granata.

Precedente Pico Lopes, dal posto in banca alla Coppa d'Africa con Capo Verde. Grazie a LinkedIn Successivo Covid, in Primavera 1 saltano il quindicesimo turno e la Coppa Italia

Lascia un commento