La sindaca di Parigi denuncia gli ultrà del Psg per insulti sessisti

PARIGI – La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, denuncerà gli ultrà del Psg che durante la partita contro il Lille di Ligue 1 si sono resi protagonisti di cori omofobici e insulti sessisti contro la prima cittadina francese. Hidalgo avvierà un’azione legale per “insulto pubblico” con il deposito di una causa civile.

I fatti

Durante la partita di Ligue 1 contro il Lilla sono stati esposti striscioni con scritto “senza il Psg il Parco non ha più principi”, “Hidalgo uccide Parigi e la sua magia” oppure “tolto ai politici, uno stadio per il popolo”. Gli ultrà parigini hanno anche cantato più volte “dimissioni Hidalgo”, insultandola e costringendo lo speaker dello stadio ad intervenire ancora, dopo che lo aveva fatto prima della partita a causa dei cori omofobi.

La richiesta di privatizzazione dello stadio

Giovedì scorso il presidente del Psg, Nasser Al-Khelaifi, ha dichiarato di voler lasciare il Parco dei Principi visto il rifiuto del municipio di Parigi di cedergli lo stadio. Il club, impegnato fino alla fine del 2043 in un contratto di locazione trentennale con la Città, proprietaria dell’impianto, ritiene l’acquisizione essenziale per realizzare il suo progetto di ampliamento a 60.000 posti, rispetto ai circa 48.000 attuali. Ma il municipio desidera mantenere pubblico questo edificio simbolo di Parigi, che esiste dal 1897.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Eriksson realizzerà il suo sogno: quando e contro chi allenerà il Liverpool Successivo Recuperi Serie A, partite rinviate per la Supercoppa: date e orari

Lascia un commento