La Serie A secondo Ronaldo: “Inter favorita, Ibra una roccia. E Mou…”

Il Fenomeno fa le carte al campionato: “Lukaku via per il potere finanziario del Chelsea, ma i rinforzi sono validi”

Ronaldo, “quello vero”. Quante volte lo si sente dire, in conversazioni politicamente scorrette e un po’ provocatorie, da parte di persone che l’hanno visto giocare. Ronaldo “quello vero”, registrato come “Il Fenomeno” all’anagrafe dei soprannomi, oggi è il proprietario e il presidente del Valladolid, squadra spagnola di provincia, riconoscibile per le sue particolari maglie a strisce bianche e viola. “Nel 2020-21 siamo retrocessi in “Segunda”, la vostra Serie B – racconta Ronaldo -. È stata una stagione durissima e difficilissima. Senza la nostra gente allo stadio, per causa della pandemia, abbiamo perso un bel po’ della nostra forza. Siamo al lavoro per ritornare nella Liga (la Serie A di Spagna, ndr)”. Dazn ha dedicato a Ronie la serie “El Presidente”, ma non si parlerà di lui come dirigente e basta: “È stata un’occasione per rivivere la mia carriera di calciatore”. Un modo per disvelare un mondo ai ragazzi delle ultime generazioni: chiedete chi è stato Ronaldo. Via Zoom abbiamo poi parlato con Ronie della annata calcistica appena iniziata.

Precedente “Negare le foibe è vero fascismo”/ Pamich, olimpionico di Fiume: “Pd intollerante” Successivo De Vrij, talento al pianoforte, suona con i Keemosabe: "Un ricordo indelebile"

Lascia un commento