La Salernitana per la Challenge di UNHCR a sostegno degli sfollati e dei rifugiati afghani

La Salernitana ha deciso di aderire alla Challenge di UNHCR, l’Agenzia Onu per i Rifugiati, a sostegno degli sfollati e dei rifugiati afghani. Il club granata ha donato alcune maglie autografate dai propri giocatori. Le maglie di Bonazzoli, Duric, Ribéry, Verdi & Co, sono da oggi all’asta su CharityStars. Col ricavato saranno distribuiti alla popolazione generi di prima necessità come coperte, kit di isolamento termico per gli alloggi di emergenza, lampade solari. Dopo aver sostenuto insieme a tutta la Serie A la campagna di raccolta fondi “Emergenza Afghanistan: non lasciamoli soli”, la squadra di Salerno ha proseguito il suo impegno al fianco di UNHCR per contrastare l’emergenza in atto in Afghanistan, Paese nel quale sono presenti circa 3,4 milioni di sfollati. La maggioranza di loro sono donne e bambini, che stanno pagando il prezzo più alto di questa emergenza. Al termine di un conflitto durato 40 anni, oggi il Paese si trova a un passo da una catastrofe umanitaria, stretto tra una gravissima crisi economica e un’insicurezza alimentare che colpisce 23 milioni di persone.

L’iniziativa di UNHCR, che prima della Salernitana ha visto schierate Roma, Sampdoria, Udinese, Lazio e Torino, prosegue e invita ancora una volta tutti a non dimenticare il dramma in atto in Afghanistan. L’appello a partecipare all’asta è rivolto non solo ai tifosi e ai simpatizzanti della Salernitana ma anche a chiunque voglia fare un gesto di solidarietà: tutti sono invitati a partecipare all’asta per contribuire a combattere la grave emergenza afghana.

La Salernitana con UNHCR per l’emergenza in Afghanistan

Guarda il video

La Salernitana con UNHCR per l’emergenza in Afghanistan

Precedente Bologna, Skorupski e le prodezze da numero uno Successivo La voce: Ibra erede di Raiola?

Lascia un commento