La Roma si è fatta furba: è la squadra meno ammonita del campionato

Grazie agli insegnamenti di Mou, i giallorossi sono passati dai 2,76 cartellini a gara dell’ultima stagione a uno solo a partita in questo avvio di campionato, col miglior rapporto tra sanzioni e falli commessi

A un certo punto della scorsa stagione c’è stato un momento in cui Gianluca Mancini era diventato addirittura il giocatore più ammonito d’Europa. Sembrava una tassa fissa da pagare quella dei cartellini gialli. Ebbene, quel Mancini non c’è più, almeno finora, visto che il difensore giallorosso nelle prime 9 partite stagionali (tra campionato ed Europa League) non ha preso neppure un giallo. Ma la Roma va anche oltre, fa molto meglio, perché è la squadra di Serie A col minor numero di ammonizioni in percentuale rispetto ai falli commessi. Per i giallorossi, infatti, arriva un cartellino giallo ogni 9,57 falli (64 in assoluto, con 7 ammonizioni complessive). Merito anche degli insegnamenti di Mourinho, che ha fatto capire ai suoi giocatori come essere più furbi in campo e meno plateali.

in vetta

—  

Nella classifica del rapporto tra falli e ammonizioni, la Roma dunque svetta. L’altra grande ad avere un rapporto ottimo è l’Inter, che viene subito dopo i giallorossi, con un cartellino giallo ogni 8,20 falli. Tra le altre nella parte alta della classifica, il Napoli gira a 5,75, la Juventus a 4,94, il Milan a 4,53, l’Udinese a 4,40 e l’Atalanta a 3,80. I cugini della Lazio, invece, sono quelli con il rapporto peggiore in assoluto: una sanzione ogni 3,20 falli commessi. E se il dato in assoluto fa ovviamente piacere dalle parti di Trigoria, bisogna capire cosa ci sia dietro al primato giallorosso. Di certo i romanisti hanno imparato ad essere meno irruenti del passato (e non solo Mancini), più furbi nei contrasti e negli interventi, meno plateali nelle proteste (Mourinho con l’Atalanta è una storia a parte). Per qualcuno, però, c’è anche il rovescio della medaglia. E, cioè, i giallorossi sarebbero meno cattivi ed efficaci nelle varie situazioni di gioco: contrasti, duelli, sfide uno contro uno.

il confronto

—  

Il giocatore più sanzionato tra quelli a disposizione dell’allenatore portoghese è il terzino Celik con due ammonizioni. Il turco con l’infortunio di Karsdorp avrà ora tempo e modo per dimostrare quanto valga davvero. Alle sue spalle, un’ammonizione a testa per Matic, Smalling, Cristante, Pellegrini e Dybala. Lo scorso anno i cartellini gialli in campionato furono in tutto addirittura 105, una media di 2,76 a partita. Finora, invece, le sette ammonizioni in sette partite portano a un media piena di un cartellino a gara, quasi due terzi in meno rispetto al conto finale del 2021/22. Insomma, la Roma viene ammonita molto di meno rispetto al passato. C’è però da capire se questo porti vantaggi o meno.

Precedente L'outfit di Federica Nargi è mozzafiato: la foto lascia i fan a bocca aperta Successivo "On" ad agosto, "off" a settembre: Lautaro, dopo un mese senza gol va riacceso l'interruttore

Lascia un commento