La Roma muta: “Meglio non commentare”. Gasp: “Una corrida, ma il gol tolto a Scamacca…”

Il tecnico dell’Atalanta sull’arbitro: “Non lo critico, ma perché noi 6 ammoniti e loro uno?”. In casa giallorossa ennesimo silenzio

7 gennaio – 23:54 – MILANO

Sorride, Gian Piero Gasperini, anche se mastica amaro. L’1-1 lo appaga, ma fino a un certo punto. In un dopopartita a una sola voce, visto che la Roma resta in silenzio stampa.

parate

—  

“Ottimo punto per noi – ammette il Gasp – anche se Carnesecchi ha fatto ottime parate ma anche noi abbiamo molto da recriminare come la grande occasione di De Keteleare nel primo tempo. Roma molto brava, Lukaku e Dybala è evidente che alzano il livello di una squadra già forte”. 

ambiente

—  

Il gol annullato a Scamacca però lascia molti dubbi al tecnico dell’Atalanta. “Per me non era fallo ma capisco che si può pensare anche in maniera diversa. Abbiamo fatto gli stessi falli, ma noi abbiamo 6 ammoniti e loro uno solo: non capisco, anche se non è una critica a Aureliano che ha arbitrato una corrida”. Sulla crescita di Scalvini, Gasp ha detto: “Io lo metto già tra i veterani anche se ha appena 20 anni, ogni tanto ha qualche calo nel finale ma per fortuna in panchina avevo gente come Palomino. È un giocatore di grande valore e prospettiva, per noi ormai è uno dei giocatori più affidabili”.

silenzio

—  

Dall’altra parte, invece, tutti zitti. E non è una novità. Non arriva nessuno a parlare ai microfoni delle tv, nè Mourinho (espulso nei secondi finali del match) né i giocatori. Motivazione? “Preferiamo non commentare la gara”. 

Precedente Signora, la Salernitana ti fa giovane: da Yildiz alle mosse Iling e Nonge, la svolta verde di Max Successivo Ternana, non decolla la trattativa con l'Ascoli per Mantovani: via solo per una buona offerta