La Roma ha il fiato corto: per De Rossi è il momento della verità

La Roma di De Rossi ha il fiato corto: dopo il ko indolore con il Brighton in Europa League e la vittoria di misura sul Sassuolo, raggiunta grazie a un guizzo di Pellegrini al termine di un match non brillante, oggi è maturata un’altra prova opaca dei giallorossi, condita da errori e rischi a non finire, contro il Lecce. Alla fine lo 0-0 può stare stretto ai salentini, che hanno mancato più volte il colpo del ko, senza capitalizzare i tanti errori romanisti. È il primo momento di appannamento per la squadra di De Rossi: nelle ultime tre gare i suoi ragazzi hanno segnato soltanto un gol, dopo 11 partite in cui erano sempre andati in rete, con 9 match in cui avevano realizzato ogni volta tra i 2 e i 4 gol.

Serie A, la classifica

I numeri di De Rossi

I numeri premiano ancora DDR, anche se il quarto posto che vale la Champions League, appannaggio del Bologna, da stasera è lontano 5 punti con 8 partite da giocare. Insediatosi il 16 gennaio al posto di Mourinho, De Rossi ha raccolto finora 9 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte (contro Inter e Brighton) e la sua Roma ha realizzato 33 gol in 14 match, incassandone 16. Considerando la classifica della Serie A dalla 21ª giornata, ovvero da quando l’ex capitano è tornato a Trigoria, Inter (con una partita in meno) e Bologna sono in testa con 25 punti, seguite da Milan e Roma a 23. Ora però è il momento cruciale per la stagione della Roma, che nelle prossime settimane si gioca tutto, con poche possibilità di rifiatare.

Lecce-Roma 0-0, tabellino e statistiche

Sfide decisive senza poter rifiatare

Sabato prossimo c’è il derby contro la Lazio, che domani sfida la Juve in Coppa Italia, poi, in una settimana, ci saranno le due gare di Europa League contro il rinato Milan, intervallate dalla trasferta contro l’Udinese in campionato. La formazione di De Rossi dovrà poi ospitare il fulgido Bologna di Thiago Motta, andare a Napoli e poi affrontare la Juventus in casa a inizio maggio. Senza contare che, in caso di approdo alla semifinali di Europa League, a cavallo della gara contro la squadra di Allegri ci sarebbero le due sfide di andata e ritorno in coppa, il 2 e il 9 maggio, contro la vincente di Bayer Leverkusen-West Ham. Il campionato si chiuderà poi affrontando Atalanta, Genoa ed Empoli. Ora, con le assenze che aumentano (oggi mancavano Pellegrini, Azmoun, Spinazzola e Kristensen) e il fiato che si fa corto, De Rossi dovrà tirar fuori dal cilindro un altro coniglio, per dimostrare davvero di valere la panchina della Roma del futuro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Rigore non dato a Zalewski, tifosi della Roma furiosi sui social: "E' inaccettabile!" Successivo Marotta sul caso Juan Jesus: "Crediamo ad Acerbi, ecco cosa ci ha detto"

Lascia un commento