La Roma batte la Fiorentina, per Linari 200ª presenza in A

Roma – Il big match del weekend al Tre Fontane, tra Roma e Fiorentina, si è concluso con l’importante vittoria delle padrone di casa. Schierata con il 3-5-2 la formazione di Spugna ha battuto la viola 1-0, mettendo in cassaforte la terza vittoria consecutiva in campionato. Dopo un primo tempo privo di grandi emozioni, le giallorosse l’hanno sbloccata al 53′ con Serturini che ha siglato con un tiro al volo la marcatura numero 100 per il club capitolino in casa. Per la Roma – che poi ha preso anche due legni con l’instancabile Giugliano – si tratta di un successo fondamentale per restare nelle zone alte della classifica (attualmente al quarto posto con 19 punti alle spalle del Milan a 22 punti), in una partita che ha visto le giallorosse mantenere la porta inviolata per la seconda volta negli ultimi tre incontri. Il massimo campionato riprenderà il 4 e 5 dicembre dopo la sosta per via degli impegni di Coppa Italia e della Nazionale, con la Roma che affronterà fuori casa la Sampdoria di Cincotta.

Spugna: “Prestazione in totale comando, questa è la cosa importante”

“È stata una prestazione in totale comando e questa è la cosa più bella e importante – ha dichiarato Spugna nel post gara – Potevamo fare qualche gol in più, abbiamo avuto anche un po’ di sfortuna. Dobbiamo cercare di migliorare sui rischi che si possono correre soprattutto alla fine. Dobbiamo cercare di andare un pochettino di più in gestione. Abbiamo delle giocatrici che possono gestire meglio queste situazioni però le ragazze sono state fantastiche perché era una partita difficile, in un momento anche non semplice dato che dovevamo fare per forza questi tre punti per rimanere agganciati a un treno. Siamo riusciti a farlo, quindi bravissime tutte”.

Linari taglia il traguardo delle 200 presenze in Serie A

Il difensore toscano Linari, che con il match contro la Fiorentina (sua storica ex squadra) ha raggiunto le 200 presenze in Serie A, ha commentato: “Avevamo bisogno di continuità, di portare a casa i tre punti. È stata una prestazione molto importante. Forse ci è mancato di chiudere la partita facendo il secondo e il terzo gol, anche meritatamente per quanto fatto in campo. Però, questo è il calcio. Abbiamo rischiato alla fine, ma soffrendo siamo riuscite a portare a casa tre punti fondamentali”. Quanto al suo traguardo, Linari ha detto: “Non lo sapevo. Me lo hanno detto alla fine. È quasi un segno del destino centrare la presenza numero 200 in A contro la Fiorentina. È speciale, bellissimo. Per me rappresenta un percorso iniziato tantissimi anni fa a Firenze e concluso oggi. Concluso ma iniziato nuovamente, perché non mi voglio fermare. Voglio ancora dimostrare tantissimo. Sabato ci sarà la partita di Coppa Italia contro il Tavaganacco. Una sfida importante, dovremo prepararci al meglio”.

Precedente Veretout, il rigore con la Juve è alle spalle: “Ho imparato a gestire la pressione” Successivo Insigne, se Lorenzo è poco magnifico non si passa

Lascia un commento