La Roma aspetta il sì di Chiesa: quando potrebbe arrivare

Prima il matrimonio, poi il divorzio. Prima il sì alla sua Lucia, poi l’addio alla Juventus. Federico Chiesa vuole decidere il proprio futuro dopo il matrimonio del 20 luglio che, casualità, è la stessa data delle nozze tra Dybala e Oriana Sabatini. In questo momento l’attaccante della Juventus sta smaltendo la delusione dell’Europeo e al tempo stesso sta concentrando tutte le sue energie sui preparativi della cerimonia al Duomo di Grosseto e della festa nel Castello di Vicarello, pur consapevole che l’offerta della Roma è sul tavolo, che il suo agente Ramadani parla quotidianamente con Ghisolfi e che sul suo telefono appaiono a turno messaggi e telefonate di De Rossi, Dybala, Mancini, Pellegrini e Cristante. Gli azzurri più il suo ex compagno in bianconero. E Chiesa è altrettanto consapevole che la Roma ha fretta di trovare un rinforzo per l’attacco e di chiudere quanto prima il capitolo legato all’esterno sinistro.  

Roma, i contatti per Chiesa

Quindi Federico può aspettare, ma non troppo. Il club ha capito che al giocatore serviranno un paio di settimane prima di dare una risposta definitiva, ma Ramadani è al lavoro e sarà nella Capitale anche la prossima settimana per continuare a parlare con la dirigenza giallorossa quantomeno per cercare di trovare un’intesa di massima sull’ingaggio. Della serie: intanto ci accordiamo, poi Federico dirà la sua una volta per tutte sulla destinazione. E la coppia Souloukou-Ghisolfi pare sia intenzionata ad andare avanti su questa linea, sperando che nel frattempo non si affaccino altri club disposti a investire su di lui. Soprattutto quelli che giocheranno la prossima Champions, i veri rivali nella corsa al ventiseienne genovese.  

Roma, la concorrenza per Chiesa e l’accordo con la Juve

Per il momento le uniche squadre che si sono ufficialmente esposte per avere il ragazzo sono la Roma e l’Aston Villa. Destinazione, quella inglese, che per ora non ha acceso il suo interesse. Tra vivere nella Capitale giocando l’Europa League e vivere a Birmingham giocando la Champions non ci sono dubbi sulla sua eventuale scelta. E dato che la Juventus vuole venderlo e vuole farlo anche presto per poter finanziare nuovi colpi di mercato, a meno che non ci sia un ritorno di fiamma del Bayern Monaco (destinazione che non fa impazzire la futura signora Chiesa) o di qualche altro top club, a quel punto la Roma sarebbe in vantaggio per chiudere l’affare. Anche perché con la Juve non ci sarebbero sostanziali problemi sull’accordo. Giuntoli chiede tra i 20 e i 25 milioni, cifra che Ghisolfi è disposto a investire sul calciatore. Il nodo oltre alla volontà del calciatore resta l’ingaggio. Chiesa alla Juve percepisce 6 milioni di euro (bonus inclusi) e per rinnovare in bianconero aveva chiesto un aumento. La Roma può al massimo pareggiare il suo attuale stipendio (magari giocando un po’ con i bonus) e non si spingerà oltre, soprattutto per un giocatore che ha bisogno anche di riscattarsi dopo una stagione tra alti e bassi, e un Europeo deludente. E allora adesso i giallorossi non possono che trattare con Ramadani e aspettare la decisione di Chiesa. L’alternativa è Riquelme dell’Atletico, ma la Roma spera ancora in un atto di Fede.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Juve, ferie anticipate: Europei e Coppa America finite per tutti. A meno che... Successivo Taylor, Playstation e soliti Casini

Lascia un commento