La Real Sociedad abbandona la vetta: solo 0-0 con il Valencia

SAN SEBASTIAN (SPAGNA) – La Real Sociedad è costretta a mollare la vetta, superata dal Real Madrid vittorioso nel pomeriggio sul campo del Granada e ora a +1 sui baschi (che hanno giocato oltretutto una gara in più rispetto ai ‘Blancos‘ di Ancelotti). La squadra di Imanol Alguacil frena infatti tra le mura amiche della ‘Reale Arena‘, bloccata sullo 0-0 da un Valencia che nel finale (complice la superiorità numerica per il rosso a Elustondo) rischia addirittura di fare il colpaccio e di infliggere alla ormai ex capolista una pesante sconfitta (sarebbe costata l’aggancio al secondo posto da parte del Siviglia, ora a -1).

Real Sociedad-Valencia 0-0: statistiche e tabellino

Il Real di Ancelotti cala il poker a Granada

La Real Sociedad abbandona la vetta

A San Sebastian i baschi fanno la partita per tutto il primo tempo senza riuscire però a sfondare, con il portiere ospite Cillessen che si oppone alla grande al sinistro dello svedese Isak (32′) e Merino che manca di poco la porta dal limite prima del riposo (41′). Per il primo tiro in porta del Valencia bisogna aspettare il 53′, ma il destro di Soler è troppo centrale per impegnare seriamente Remiro. Basta però a convincere Imanol Alguacil che c’è da cambiare qualcosa nella Real Sociedad: dentro Oyarzabal e Zubimendi al posto di Barrenetxea e Guevara, mentre Bordalas Jimenez risponde sostituendo Guedes (67′) con Maxi Lopez, che prova invano a pungere subito con il sinistro al volo (69′). A risvegliare i padroni di casa ci prova alloa Isak, che prima scatta però in fuorigioco (71′) e poi si vede ribattere una conclusione scagliata dal cuore dell’area (74′). A complicare la serata dei baschi arriva poi l’espulsione di Elustondo (al 76′ per fallo di reazione su Wass), con il Valencia che prova a sfruttare la superiorità numerica con gli ingressi di Koindredi e Musa (fuori Duro e Racic al 78′). Imanol Alguacil però non vuole mollare e getta nella mischia Sorloth, Portu e Turrientes (fuori Isak, Adnan Januzaj e David Silva) ma è il Valencia a sfiorare più volte il colpaccio nel finale con Wass (85′), Gayà (93′), Maxi Gomez (94′) e una punizione di Soler. Finisce 0-0 e con la Real Sociedad che abbandona la vetta. 

Liga, la classifica

Liga, risultati e calendario

Tris del Betis, poker per il Getafe

Nel frattempo, a ridosso della zona Champions, non fallisce la propria ‘missione‘ di giornata il Betis quinto della classe, che cala il tris (0-3) sul campo di un Elche costretto così a rimanere nella zona più ‘calda‘ della classifica. Basta meno di mezz’ora alla squadra di Siviglia per chiudere la partita grazie ai gol di Juanmi (12′), Willian Jose (24′) e Fekir (27′), con i padroni di casa che non riescono a riaprirla nemmeno quando gli andalusi restano in dieci per l’espulsione di Bellerin (68′). Nella prima delle quattro gare di oggi invece pesante vittoria importante per il Getafe, che si stacca dall’ultimo posto in classifica battendo 4-0 il Cadice on le reti di Olivera, Cuenca, Unal e Mata: ora è a +2 sul Levante e a -2 proprio dall’Elche e dal Granada

Elche-Betis 0-3: statistiche e tabellino

Getafe-Cadice 4-0: statistiche e tabellino

Precedente Genoa, Shevchenko: "C'è ancora tanto da lavorare" Successivo Chi è Felix Afena-Gyan: età, ruolo e curiosità dell'attaccante della Roma

Lascia un commento