La moviola: gomitata di Bastoni a Duda sul gol decisivo di Frattesi

Il difensore azzurro si disinteressa del pallone e colpisce il veronese rimasto poi a terra: l’azione prosegue e arriva la rete decisiva dell’ex Sassuolo

6 gennaio 2024 (modifica alle 19:27) – MILANO

C’è un episodio molto contestato nell’azione della rete di Frattesi che decide Inter-Verona nel recupero e vale per Inzaghi il titolo di campione d’inverno. Al 93′ coi nerazzurri all’assalto della porta veronese, Duda cade a terra nella propria area in seguito, evidenziano poi le immagini televisive, a una gomitata subita dall’interista Bastoni lontano dal pallone. Sulla prosecuzione dell’azione pochi istanti dopo è stato lo stesso Bastoni a prendere la traversa, poi sulla respinta errata di Montipò su tiro di Barella è arrivato il tap in vincente di Frattesi.

l’azione contestata

—  

La gomitata è arrivata con Bastoni che, allontanandosi dalla porta del Verona mentre la palla si allontanava dall’area, si è disinteressata del gioco colpendo col braccio destro Duda che era al suo fianco. Oltre alla decisione sul campo dell’arbitro Fabbri, che stava osservando il pallone, i riflettori sono puntati sulla Sala Var dove sedevano Nasca con assistente Di Vuolo: manca l’on field review, che avrebbe portato al calcio di punizione per il Verona e al cartellino giallo per Bastoni per comportamento antisportivo, oltre naturalmente all’annullamento del gol dell’Inter. Negli istanti successivi è arrivata anche l’espulsione per proteste del veronese Lazovic. 

il rigore del verona

—  

Il Verona ha avuto comunque l’occasione per pareggiare la partita all’ultimo secondo per il rigore tirato e sbagliato al 100′ da Henry, che ha spiazzato Sommer e ha colpito il palo. Il penalty era stato deciso stavolta sì dopo una on field review, con Fabbri chiamato a riguardare al video l’azione inizialmente sfuggita sul campo: con Magnani spalle alla porta arrivato prima su un pallone che si apprestava a stoppare è arrivato il contatto falloso alle sue spalle da parte del difensore nerazzurro Darmian. Giustamente sanzionato con il calcio di rigore, grazie in questo caso a un efficace collaborazione tra Var e arbitro. 

Precedente Pagelle Juventus Primavera: distratto Fuscaldo, disorientato Ngana Successivo Milan Primavera, il 2024 inizia bene: tornano i tre punti, Inter avvisata