La Mantia più Finotto: la Spal sorride, il Venezia è in crisi

Con il quarto gol in cinque partite del loro bomber e il raddoppio nel finale, i biancazzurri si rilanciano nelle zone alte. Solo 4 punti per i veneti

Il quarto gol in campionato di un letale La Mantia e il guizzo di Finotto nel recupero consegnano alla Spal i 3 punti e chiudono la quinta giornata di B. Al Paolo Mazza di Ferrara, la squadra di Venturato vince 2-0 contro il Venezia di Javorcic e sale al nono posto, a 8 punti. La terza sconfitta in campionato complica la situazione dei lagunari, ancora fermi a quota 4.

Sempre La Mantia

—  

Primi brividi nei primi 10’: Crnigoj e Connolly ci provano, ma trovano i guantoni di Alfonso. Qualche minuto dopo bussa anche la Spal con Moncini: Joronen si distende e salva il risultato. L’1-0 arriva al 29’ con il solito La Mantia (al quarto centro in 5 partite di campionato), preciso nel tocco d’esterno su assist di Moncini. I lagunari non ci stanno e cercano subito il pari. Giallo al 38’: accelerazione di Connolly, chiusura di Esposito in scivolata e rimpallo che lancia Pohjanpalo. Il finlandese insacca di piatto, ma l’arbitro Manganiello annulla dopo il check del Var.

Cinismo Spal

—  

L’inizio di ripresa è ancora biancazzurro. Moncini si manga un gol davanti a Joronen, poi Maistro sfiora il palo. Dopo una girandola di sostituzioni che cambia volto a entrambe le squadre, la Spal avanza e va a un passo dal raddoppio all’82’, con il palo centrato da Rabbi. Nel finale il Venezia capitola definitivamente: prima resta in 10 per il rosso a Tessmann (doppio giallo), poi i padroni di casa raddoppiano con Finotto in pieno recupero. Finisce 2-0: la Spal sorride, il Venezia cade ancora.

Precedente Roma, contro l'Empoli serve una reazione: i bonus del match Successivo Sticchi Damiani furioso: "C'erano due rigori per il Lecce, pretendiamo rispetto"

Lascia un commento