La Lega di Casini non tifa Roma ma Bayer Leverkusen

Il consiglio di Lega non ha accolto la richiesta della Roma – alle prese con le semifinali di Euroleague – di disputare il 15 maggio i 18 minuti mancanti (più eventuale recupero) alla partita con l’Udinese, interrotta al 72’ per il malore accusato da N’Dicka. L’Udinese è peraltro impegnata nella corsa salvezza e ha dunque le sue esigenze, ma anche grande sportività. 
Il regolamento impone che si sfrutti la prima data disponibile e la prima è il 25 aprile, tre giorni prima di Napoli-Roma e a una settimana dalla sfida con i neocampioni di Germania del Bayer Leverkusen.  
Nell’Italia del rispetto approssimativo (o relativo) del regolamento, in passato aggirato più di una volta, la Roma, capace di assicurare punti decisivi al nostro ranking, non merita alcuna “protezione” (solo il Milan avrebbe concesso lo spostamento). 
Mi chiedo cosa sarebbe successo se la richiesta fosse stata presentata da chi in Lega conta sul serio. Anzi, non me lo chiedo: lo so già. 
Il calcio italiano è un insieme di interessi individuali, il sistema un’illusione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Bayer Leverkusen sfida ancora la Roma: "Sarà la nostra rivincita” Successivo Xavi-Barça, incredibile dietrofront? "Non mi hanno chiamato, ma c'è tempo..."

Lascia un commento