La Juve Primavera trionfa a Londra e vola agli ottavi

I bianconeri di Bonatti restano imbattuti anche sul campo dei Blues e con il quarto successo consecutivo conquistano il primato aritmetico del girone

La Juve Primavera batte il Chelsea anche a domicilio, (3-1 il finale) e stacca il biglietto per la qualificazione diretta agli ottavi di Youth League, comandando a mani basse la classifica del girone, da imbattuta. Un capolavoro tecnico firmato Andrea Bonatti, interpretato al meglio da un gruppo giovanissimo ma dal talento cristallino. Basta un tempo per mettere a sedere i Blues e dimostrare tutti gli step di crescita superati in questo inizio di stagione, con proiezioni primaverili davvero interessanti.

TRIS BIANCONERO

—  

Tutto più semplice con Soulé che ci mette un solo minuto per sbloccare il match e indirizzarlo con una grande giocata di mancino. E ancora più in discesa con Miretti a orchestrare in mezzo al campo e con la fisicità di Turco in avanti. Il centrocampista bianconero, già capitano in Under 23, si rende pericoloso mettendosi in proprio in una circostanza (poco fortunata), ma esalta soprattutto i compagni. Il centravanti sbaglia un paio di volte nei pressi della porta avversaria, poi alla mezz’ora guadagna un penalty: Miretti dagli undici metri è un cecchino. Il Chelsea vorrebbe reagire ma non riesce mai a impensierire Senko. Così, prima dell’intervallo, i ragazzi di Bonatti chiudono virtualmente il match con il solito Turco, impeccabile nel chiudere la triangolazione di Chibozo su una perfetta verticalizzazione di Soulé.

LEADERSHIP

—  

Il Chelsea ci prova più con l’orgoglio che con la precisione a inizio ripresa, i tentativi di Vale ed Haigh fanno alzare il livello di attenzione dei bianconeri. Che un po’ abbassano il ritmo e un po’ ne approfittano del possesso poco finalizzato degli avversari. Le occasioni più nitide dei londinesi a un quarto dal termine, prima con un tiro dal limite di Haigh, poi con un colpo di testa di Vale: in entrambi i casi Senko fa buona guardia e chiude ogni margine di speranza. Il gol della bandiera giunge solo a tempo scaduto, con Haigh, il migliore dei Blues. Finisce 3-1, con la Juve che mette anche la matematica dalla sua per la leadership del girone europeo. La squadra di Bonatti chiuderà la prima parte della competizione il prossimo 8 dicembre a Vinovo contro il Malmoe, l’unica che all’esordio stagionale riuscì a strappare un pareggio. Da quel momento solo vittorie, con prestazioni eccellenti.

Precedente Diretta Barcellona Benfica/ Streaming video tv: blaugrana avanti? (Champions League) Successivo Inter, nuovo stadio per affiancare le big d'Europa. Obiettivo: far crescere gli incassi

Lascia un commento