La Juve da Sarri a Sarri: dalla rivoluzione alla restaurazione

Nel tentativo di cercare una via diversa, puntando nel 2019 sul tecnico oggi alla Lazio, la Signora ha finito per perdere se stessa: scelte tecniche e svolte societarie, ambizioni e realtà, aumenti di capitale e sconfitte di due anni in bianco e in nero

C’eravamo tanti amati. Ehm, no, tra la Juve e Maurizio Sarri non è andata esattamente così. Non si sono nemmeno capiti, a dire il vero: altro che amarsi. E adesso che stanno per rivedersi all’Olimpico, vale la pena di riavvolgere il nastro per raccontare una storia molto strana, che prometteva programmazione e invece ha mostrato improvvisazione, che faceva intuire svolte epocali e invece è stato solo un maldestro tentativo di sovvertire un ordine costituito in oltre 120 anni di storia bianconera. Dalla rivoluzione alla restaurazione, in fondo, è un attimo.

Precedente Baiano: "Il Napoli ha a disposizione due risultati con l'Inter" Successivo Lotta contro il razzismo: Juve premiata per la campagna "Numbers vs Numbers"

Lascia un commento