La grande notte di Dybala, primi gol giallorossi e 100 reti in Serie A

L’argentino contro il Monza segna le prime due reti con la maglia della Roma ed entra nel club dei centenari del nostro campionato

Se avesse potuto scegliere, forse, avrebbe cambiato solo una cosa di questa sua notte magica, Paulo Dybala: avrebbe segnato uno dei suoi due gol sotto la Curva Sud. Perché il cuore del tifo romanista lo aspettava a braccia spalancate e non solo stasera. Ma va bene anche così, i gol sotto la Sud li terrá per qualche altra occasione. Perché l’importante era sbloccarsi e Dybala lo ha fatto alla quarta partita ufficiale in giallorosso, la seconda in casa. Sarà stato un caso, o forse no, ma il primo dei suoi due gol è arrivato mentre l’Olimpico ricordava un ultras del Palermo da poco scomparso.

quota 100

—  

Un incrocio del destino che racconta, un po’ di più, la notte magica di Paulo, arrivato a quota 100 gol in Serie A. Anche qui c’è un po’ di destino, perché un traguardo così prestigioso arriva nello stadio in cui, 10 anni fa, ha esordito nel massimo campionato. Era una promessa del Palermo, l’avversaria era la Lazio, il risultato da dimenticare (3-0), di questa notte, invece, Dybala vorrà ricordare tutto. L’ennesimo boato al momento del suo ingresso in campo, la DybalaMask, i gol, la voglia di non lasciare il campo quando Mou lo ha sostituito dopo un’ora (e lui gli ha confidato che avrebbe voluto fare il terzo). Ed è stata standing ovation, prima che mettesse un po’ di ghiaccio sul polpaccio. Anche perché, per tornare sempre al destino, la seconda rete dell’argentino è stata la centesima dei giallorossi sotto la guida di José Mourinho.

olimpico impazzito

—  

Una rete importante, arrivata al 32’ dopo che il portiere del Monza aveva ribattuto un tiro di Abraham. Al 18’ era invece arrivata la prima rete, bellissima: volata di 40 metri, tocchi in velocità, e sinistro di controbalzo a battere Di Gregoria e a far impazzire l’Olimpico. “Avevo molta voglia di fare gol e per fortuna è arrivato qui davanti ai nostri tifosi. Continuiamo a crescere”, ha detto a fine partita, mentre i tifosi della Roma continuavano ad acclamarlo. “Credo che adesso giocando ogni tre giorni le condizioni le guadagni lì. Dobbiamo essere bravi a gestire i carichi delle partite e quindi lavoreremo”, la risposta in merito al suo stato di forma.

bravo ragazzo

—  

Dybala dice che il gol più bello “sarà il prossimo”, mentre non vuole dire cosa gli ha detto Mourinho al momento del cambio: “Chiedete a lui”. Detto, fatto, Mou si sbilancia: “Lo scorso anno quando è venuto qui con la Juve gli ho detto: “Sei bravo ragazzo” e oggi gliel’ho ridetto dopo che ha segnato per noi”. È per questo, in fondo, che lo ha voluto così tanto.

Precedente Alvini: "Abbiamo fatto una partita onesta, ma abbiamo regalato due gol all'Inter" Successivo Mou: "Dybala? Un top! Serve un centrale di difesa, ma non ho il coraggio di chiederlo"

Lascia un commento