La Fiorentina ai piedi di Vlahovic

FIRENZE – Ha preso una grande rincorsa nel finale del 2020 per iniziare a volare subito fra presente e futuro. Dusan Vlahovic nel 2021 compirà 21 anni, esattamente fra ventisei giorni quando festeggerà il compleanno, e magari avrà già qualche gol in più nella classifica marcatori. Intanto, oltre al privilegio dello gioventù, dallo scorso dicembre si porta dietro due doni preziosi: la fiducia indiscussa della società e la continuità nel segnare. Per la Fiorentina l’attaccante serbo è la prima scelta e la società punta su di lui così tanto che dal mercato arriverà un elemento che non “cozzi” con il suo posto da titolare. Insomma un attaccante non invadente. E sempre a proposito di fiducia, Prandelli da questo punto di vista, ha già dimostrato tutto, scegliendolo sempre nella sua formazione ed evitando ogni dualismo.

Lazio, ecco i nomi di mercato per gennaio

Guarda la gallery

Lazio, ecco i nomi di mercato per gennaio

Negli ultimi quindici giorni Vlahovic ha mostrato almeno altre due qualità che sono sinonimi di crescita: la prima è la freddezza che è stata chiara dal dischetto quando ha battuto i calci di rigore in dei momenti tutt’altro che semplici dal punto di vista personale e di squadra. E poi ha mostrato un’apprezzata umiltà quando, dopo diverse ore, ha ringraziato nuovamente chi gli aveva servito l’assist allo Stadium, ovvero Ribery che Dusan ha chiamato “le roi” sui social. Il giovane calciatore che si inchina a sua maestà il campione è un simbolo di intelligenza. Ma il vero elemento di novità per Vlahovic è aver segnato per tre volte consecutive in tre diverse gare. Prima su rigore, contro Sassuolo e Verona, e poi contro la Juventus in trasferta. Dopo aver rotto un digiuno di 773 giorni, non si è fermato più e vuole essere il vero motore viola. In serie A ha realizzato dieci reti fra la passata stagione e quella in corso. Non ha ancora mai segnato contro il Bologna e potrebbe metterlo nel mirino domani pomeriggio. Punta a fare un dispiacere al suo connazionale Mihajlovic che adesso siede sulla panchina rossoblù e che in passato è stato anche ct della nazionale.

Fiorentina, Ribery scatenato nello spogliatoio

Guarda il video

Fiorentina, Ribery scatenato nello spogliatoio

Precedente Vendrame, Vinicio e quella tribuna... "godereccia" di Cagliari Successivo Psg, obiettivo Dele Alli: la strategia di Leonardo

Lascia un commento