La favola di Cobolli e la dedica a De Rossi: "La sua frase tatuata sulla mia pelle"

La favola di Cobolli agli Australian Open continua. Il tennista romano vince anche al secondo turno in quattro set (7-5, 6-3, 5-7, 6-2) contro il russo Pavel Kotov, numero 65 nel ranking, e accede per la prima volta in carriera al terzo turno di uno Slam. Anche se sta dall’altra parte del mondo e sta vivendo il suo momento magico, Flavio non smette di aggiornarsi nemmeno un secondo sulla sua Roma di cui è un grande tifoso.

Cobolli ha giocato anche nelle giovanili, con Bove suo grande amico, prima di scegliere il tennis. La vittoria più importante della sua carriera (per ora) l’ha voluta dedicare proprio a De Rossi, e a Bove: “De Rossi da ieri sera è diventato il nuovo allenatore della Roma – ha detto Cobolli – io ho sempre detto che lui è il mio idolo calcistico. Mi sono tatuato la sua frase che aveva sulla fascia da capitano (Sei tu l’unica mia sposa, sei tu l’unico mio amor, ndr) e quindi volevo fargli l’in bocca al lupo e dedicargli questa vittoria. Ovviamente viene dopo la mia fidanzata, però è per lui e per Edoardo Bove se oggi sono qui e ho vinto”. In conferenza stampa, Cobolli ha aggiunto: “Non sapevo bene come esultare, il suo arrivo alla Roma mi ha messo in difficoltà. Così ho alzato la maglia, per mostrare il punto dove ho tatuata la frase della sua fascia di capitano”, ovvero “sei tu l’unica mia sposa, sei tu l’unico mio amor”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente "Popovic è a Napoli per trattare col club di De Laurentiis" Successivo Mourinho e il post per la Roma: da Damiano dei Maneskin a Drogba, quanti commenti