La Cremonese? Pare il Monza

TORINO – La Cremonese di Stroppa ha chiuso li campionato di Serie B al 4° posto, esattamente come accadde al Monza nel 2022, guidato sempre dallo stesso allenatore, che poi portò i brianzoli in Serie A vincendo i playoff. Potrebbe essere un buon segno, pure se si considera che in entrambi i casi le squadre chiusero a quota 67 punti, con la differenza che a Monza, Stroppa fu l’unica guida stagionale mentre in questa annata in grigiorosso, nel punteggio finale è incluso l’avvio di stagione con Ballardini, esonerato il 16 settembre scorso dopo aver raccolto il magro bilancio di 6 punti in 5 gare. Considerato questo piccolo handicap, dunque, si può dire che Stroppa ha fatto meglio di quando era a Monza, per giunta con una squadra che, pur essendo una delle corazzate di questa B, non è forte come lo era quello squadrone allestito da Berlusconi e Galliani. Si può dunque essere ottimisti per i playoff dei grigiorossi? Chissà. La Cremo ha chiuso il campionato con una partita che era poco più di un allenamento, allo Zini venerdì sera è sbarcato un Cittadella che era già salvo e senza ambizioni playoff mentre i grigiorossi erano sicuri del 4° posto e ad altro non potevano ambire. Gara quindi poco indicativa, però il 3-0 finale è stato comunque un bel segnale. L’ha sbloccata Coda su rigore (che ha chiuso così il campionato a 16 gol come Casiraghi del Sudtirol), quarto in classifica cannonieri dietro a Pohjanpalo, Tutino e Brunori, davvero niente male per un classe ’88 che compirà 36 anni il 10 novembre. Le altre reti del difensore Bianchetti (grande annata la sua) e del norvegese Dennis Johnsen, giunto a gennaio dal Venezia (e da cui ci si poteva aspettare di più ma magari stupirà ai playoff). Insomma, venerdì sera è come se la Cremonese avesse detto, attenzione signori, ci siamo anche noi per la A. Sì, siamo un po’ mancati quando si doveva sprintare per la promozione diretta ma il nostro potenziale resta immutato. Se sarà così, lo scopriremo martedì 21 maggio, fischio d’inizio alle 20.30, quando la Cremonese esordirà nella gara d’andata di semifinale playoff, in trasferta, contro la vincente di Catanzaro-Brescia (che si affronteranno sabato 18 maggio alla stessa ora nella sfida secca del turno preliminare). Non sono tanti quelli che vedono i grigiorossi come i vincitori degli spareggi promozione. Ma chissà, viaggiare a fari spenti potrebbe rivelarsi il vantaggio decisivo, sempre meglio lasciare il peso del pronostico ad altri, e poi calare a sorpresa la zampata decisiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Dortmund, in Bundesliga è un'altra cosa: il Mainz vince e inguaia l'Union Successivo Lazio, Luis Alberto al passo d’addio: rottura ormai definitiva

Lascia un commento