La Conference League segna la storia: 11 le squadre al debutto in Europa

La Conference League continua a regalare splendide storie: ben undici formazioni prendono parte per la prima volta ad una fase a gironi di tornei UEFA. Fra novità assolute e vecchie conoscenze, eccole nel dettaglio…

Di invitate al ballo ce ne sono tantissime, e provenienti dai Paesi più disparati.

La Conference League, la nuova competizione UEFA istituita appositamente per dare spazio alle formazioni tradizionalmente meno in evidenza in Europa, sta pienamente riuscendo nell’obiettivo. Al sorteggio della prima storica fase a gironi della competizione, infatti, su 32 squadre parteciperanno ben 11 formazioni che mai nella loro storia avevano preso parte ai gironi di un torneo UEFA (gironi che sono stati istituiti nel 2004/05 per la Coppa UEFA e nel 1991-92 per la Champions League).

Un gran ballo di debuttanti, a cominciare dai sorprendenti kazaki del Kairat Almaty, che ci erano andati molto vicini sei stagioni fa, quando furono eliminati all’ultimo decisivo playoff dal Bordeaux. Stavolta l’Almaty ce l’ha fatta, battendo agevolmente il Fola nella doppia sfida.

Un posto nella leggenda lo ha conquistato anche il Lincoln, splendida realtà proveniente da Gibilterra che per la prima volta trascina una rappresentante del piccolo Stato ai gironi UEFA. Il Lincoln aveva stupito per tutto il mese di luglio, diventando addirittura il miglior attacco della Champions League. Ha poi pagato dazio contro il Cluj, retrocedendo prima in Europa League e infine in Conference. La missione del playoff consisteva nell’affrontare i lettoni del riga, e i gibilterrini hanno avuto la meglio ai supplementari accedendo alla fase a gruppi. Benvenuti!

Prima volta anche per il Flora Tallinn, squadra estone capace di eliminare i più quotati avversari irlandesi dello Shamrock Rovers.

Sorprende l’Union Berlino. Neopromossa lo scorso anno in Bundesliga, la squadra tedesca è stata capace di conquistare una splendida posizione playoff di Conference. Nello spareggio i berlinesi hanno agevolmente battuto il KuPS, ottenendo il primo storico pass per la fase a gironi di una competizione UEFA.

E’ la prima volta anche per lo Jablonec, capaci di eliminare lo Zilina allo spareggio. Da quando è stata introdotta la fase a gironi i cechi non erano mai andati oltre il playoff.

Così come gli austriaci del LASK Linz, che vantano alcune partecipazioni al primo turno di Coppa UEFA fra gli anni ’70 e ’80, dunque prima rispetto alla novità dei gironi.

E’ una prima storica per i norvegesi del Bodo Glimt. Lo scorso anno furono eliminati dal Milan nella corsa per i gironi all’Europa League, stavolta centrano il traguardo Conference. A farne le spese nel doppio confronto è stato lo Zalgiris.

Considerando poi le perdenti del playoff di Europa League e qualificate di diritto alla fase a gironi di Conference, si registra la prima volta dell’Alashkert. Gli armeni “retrocedono” dopo aver perso allo spareggio coi Rangers. Insieme a loro, si “consolano” HJK (Finlandia), Randers (Danimarca) e Mura (Slovenia), tutte eliminate all’ultimo tuffo dall’Europa League, ma pronte a diventare protagoniste in Conference.

Precedente Champions: Malmoe-Juventus, ecco la formazione di Allegri Successivo DIRETTA BOLOGNA VERONA/ Video streaming tv: i precedenti sono ben 68 (Serie A)

Lascia un commento