La bomba CR7 oscura Lukaku. Grealish il top, Konaté per i Reds

Il bilancio del mercato. Ronaldo, Varane e Sancho allo United, cresciuto di più. L’uomo City il più caro, il difensore rinforzo per Klop

Dal nostro corrispondente Stefano Boldrini

1 settembre – LONDRA

Cristiano Ronaldo al Manchester United: è la storia del mercato estivo inglese del 2021. Il ritorno del portoghese alla base (“è un club che ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore, non vedo l’ora di giocare all’Old Trafford davanti a uno stadio pieno”, le sue parole ieri su Instagram) ha oscurato il tormentone Kane e l’acquisto di Lukaku da parte del Chelsea. Ronaldo quasi sicuramente potrà indossare la maglia numero 7 grazie alla cessione di James al Leeds che ha liberato il 21, trasferibile ora a Cavani – l’ex Psg lo veste con la nazionale uruguayana –, ammesso che la Premier faccia una concessione speciale: le regole non lo consentono. Dal punto di vista tecnico, lo United è il club che ha lavorato di più tra le big della Premier: oltre al portoghese, sono arrivati Varane (40 milioni) e Sancho (85 mln). Solskjaer è all’anno zero: dopo tre stagioni a bocca asciutta, il norvegese deve vincere qualcosa.

guardiola

—  

Il City ha ballato per tre mesi con il tormentone Kane e alla fine è riuscito a assicurarsi Grealish dall’Aston Villa per 116 milioni di euro: una cifra enorme per un calciatore che deve ancora dimostrare di potersi proporre a livelli altissimi. Le partenze hanno portato a casa 38,8 mln: via Angelino, Harrison e Nmecha. Un gesto importante, in proiezione futura, è il prolungamento del centrale portoghese Ruben Dias.

rossi e blu

—  

Il Liverpool per la terza estate di fila ha speso poco: Klopp si è assicurato Konaté (40 mln) dal Lipsia per rinforzare una difesa che la scorsa stagione, tra infortuni e cali di forma, era diventata la banda del buco. I Reds, che dalle cessioni di Wilson e Shaqiri hanno incassato 20 mln, hanno puntato sui rinnovi contrattuali. Quello del capitano Henderson, annunciato ieri, è stato l’ultimo della serie dopo Alexander-Arnold, Alisson, Robertson, Fabinho. Manca all’appello Salah: su questo fronte c’è ancora da lavorare. Il Chelsea ha puntellato la squadra campione d’Europa con l’operazione-Lukaku. La spesa per l’acquisto dell’ex interista è stata abbondantemente compensata dalle cessioni di Abraham, Zouma, Tomori e altri, per un totale di 145 mln.

le altre

—  

Il Tottenham ha tenuto il punto su Kane e ha rinforzato la rosa con i prestiti Gollini-Romero, più gli arrivi di Gil e, roba di ieri, il difensore brasiliano Emerson Royal, costato 30 mln. Il grande malato del football made in England, l’Arsenal, si è assicurato il difensore White (58,5 mln), Odegaard (35 mln), il portiere Ramsdale (28 mln), il bolognese Tomiyasu, il centrocampista Lokonga (17,5 mln), Tavares (8 mln), salutando Willian, Guendouzi, Torriera e Willock, ma la partenza in campionato è stata choc: zero punti in tre gare. ©

Precedente Camavinga al Real, Griezmann all’Atletico. E il Barça si consola con... de Jong Successivo LIVE TMW - Domani Italia-Bulgaria, alle 17 con Mancini ci sarà Bonucci

Lascia un commento