La Asl vieta al Torino la trasferta a Bergamo per il match con l’Atalanta

I granata (8 i positivi nel gruppo squadra) bloccati prima della partenza, la gara in programma domani alle 16.30 non verrà giocata. A rischio anche quella di domenica con la Fiorentina

L’Asl Città di Torino ha disposto la quarantena domiciliare obbligatoria per tutto il gruppo squadra del Torino per cinque giorni da oggi, in conseguenza della nuova positività al Covid-19 di un calciatore emersa dopo i tamponi svolti questa mattina. Il club ha dovuto prendere atto della decisione dell’autorità sanitaria che è immediatamente esecutiva: la società granata è stata così obbligata ad annullare la partenza per Bergamo dove domani è in programma la partita Atalanta-Torino valida per la ventesima giornata del campionato di Serie A. La società ha deciso di non aprire i cancelli e ha invitato quindi i tifosi a non presentarsi allo stadio: “Verranno successivamente rese note le modalità di riutilizzo/rimborso dei biglietti” si legge nella nota.

A rischio anche la Viola

—  

Da ieri sono anche sospesi gli allenamenti al Filadelfia. A forte rischio adesso c’è anche Torino-Fiorentina, prevista dal calendario per domenica 9 allo stadio Olimpico Grande Torino. In questo momento il bilancio Covid del Toro è di 8 positivi: sei calciatori e due membri dello staff. Negli ultimi cinque giri di tamponi svolti dal club granata, dal 29 dicembre, solo in un caso non erano emerse positività.

Precedente Caos Covid in Serie A, la Lega: "Si gioca, pronti a ricorrere al Tar contro le Asl" Successivo La Asl 1 non blocca il Napoli, che vola a Torino. Poi la Asl 2 mette in quarantena 3 azzurri: è caos

Lascia un commento