Kaio Jorge: “Mi manda Neymar, mi ispira CR7. Alla Juve vivo un sogno”

L’attaccante brasiliano alla prima conferenza stampa in bianconero: “Cr7 mi dà tanti consigli, spero che rimanga. Anche Dybala e Chiellini mi aiutano molto. Ho scelto il ‘21’ per i grandi juventini che l’hanno indossato. Qui anche grazie a Neymar: è stato felice di sapermi in bianconero”

Kaio Jorge ha la faccia felice del bimbo che ha appena vinto una giornata con i suoi campioni preferiti: l’attaccante brasiliano a 19 anni si ritrova catapultato alla Juventus dopo aver vissuto il suo primo squarcio di carriera al Santos. Kaio è stato il primo acquisto dell’estate bianconera, in attesa che si concretizzasse la ben più complessa trattativa per Manuel Locatelli. Oggi è il giorno della sua presentazione, anche se avrebbe preferito non farla da indisponibile: si è fermato a inizio settimana per una lesione al retto femorale della coscia sinistra, che lo terrà fuori per una decina di giorni. “Lunedì mi stavo allenando ma mi sono dovuto fermare – racconta -. Ho sentito dolore, non è una cosa grave, tornerò presto e sono sicuro che sarò al top. Il mio obiettivo in questa prima stagione bianconera è ambientarmi. Qui c’è molta tecnica e tanta preparazione, sono sicuro che qui tutto andrà per il meglio”.

IDOLO CR7

—  

Lo volevano Milan e Benfica, Kaio però ha scelto la Juventus e ci spiega anche perché: per la storia del club ma anche per Ronaldo. “La Juve è sempre stato un sogno per me, essere qui è il risultato di tanti sforzi. Cristiano è sempre stata una fonte d’ispirazione, è bellissimo essere accanto a lui ogni giorno, mi dà tantissimi consigli. E’ una persona fantastica e un fenomeno, s’impara molto da lui, dentro e fuori dal campo. E’ sempre il primo ad arrivare agli allenamenti. Anche adesso, prima di venire qui, stavo guardando i suoi video. Per me è stata una grande palestra. Non mi ha detto niente del suo futuro ma io spero che rimanga”.

NUMERO E AMBIZIONI

—  

Kaio indosserà la 21, che ha scelto “perché ci sono stati grandi giocatori che hanno indossato questo numero, Pirlo, Zidane, Dybala, Higuain”, e arriva con la benedizione di Neymar: “Ci siamo sentiti e mi ha detto che è felice che io possa giocare nella Juventus, quindi non ho avuto dubbi che fosse la scelta giusta per crescere e maturare. Qui tutto è fantastico, la struttura mi ha impressionato. Anche Dybala e Chiellini mi aiutano molto, il capitano è un esempio. So che giocherò con grandissimi giocatori, dei giganti in Europa, e sono qui per imparare e fare più gol possibili”.

SOGNO CHAMPIONS

—  

Il ragazzo si descrive come “un giocatore molto mobile, con facilità nei passaggi. So raccordarmi bene con i compagni”. L’obiettivo è ritagliarsi anche un posto in Champions League: “Ho sempre sognato di giocare in questa competizione ma la vedevo molto lontana, solo 2-3 mesi fa ho iniziato a pensarci seriamente. Spero di meritarmela. Allegri mi ha fatto un’ottima impressione è molto preparato è concentrato”. Infine il Santos, che resterà sempre nel suo cuore: “È il club che mi ha fatto crescere, non potevo dimenticarmene in questo momento così di difficoltà. C’è stato buonsenso da parte di tutti, non volevo andarmene via a zero (Kaio era a scadenza di contratto a dicembre, ndr) così abbiamo fatto in modo che il Santos potesse avere un indennizzo”.

Precedente Milan, Ibrahimovic ancora a Sanremo? L’indizio arriva proprio da Zlatan... Successivo Calciomercato Milan, ufficiale: preso Pellegri in prestito

Lascia un commento