Juventus ricaricata: Vlahovic, Bremer e Di Maria, eccovi l'Inter

TORINO – Tre pedine in più da esibire nel derby d’Italia. E’ questa la speranza di Massimiliano Allegri e della Juventus, che dovrebbe aver scollinato la fase più critica dell’emergenza infortuni: Dusan Vlahovic, Angel Di Maria e Gleison Bremer sono infatti attesi al rientro domenica sera per il big match contro l’Inter. Sarebbe un bel colpaccio per il tecnico livornese che si ritroverebbe tre titolatissimi, anche se la priorità del club è prudenza onde evitare ricadute: ci si affiderà agli ultimi due allenamenti per capire quanta autonomia avranno in campo.

Dal primo minuto

Dovrebbero partire dal primo minuto Vlahovic, che sta guarendo dall’infiammazione all’inguine che lo ha costretto a uscire nella ripresa contro il Benfica e saltare Lecce e Psg, e Bremer, fermo dal derby con il Torino, quando si è infortunato procurandosi una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Da valutare invece l’apporto di Di Maria, fuori dalla trasferta di Haifa, quando anche lui si è procurato una lesione al bicipite femorale della coscia però destra.

Squalifica scontata

Pronto per la sfida contro i nerazzurri anche Danilo, che ha scontato la squalifica contro il Psg in Champions, e quindi ha potuto anche ricaricare le energie visto che il brasiliano è uno dei bianconeri più spremuti da Allegri. Niente da fare per McKennie, Pogba, De Sciglio, Iling, Kaio Jorge e Aké, che si rivedranno nel 2023, mentre Leandro Paredes dovrebbe tornare nell’ultima settimana prima dello stop mondiale.

Juventus-Psg sui social: le ironie tra Allegri, Gatti e Ambra voodoo

Guarda la gallery

Juventus-Psg sui social: le ironie tra Allegri, Gatti e Ambra voodoo

Locatelli: "Scudetto? Abbiamo già parlato troppo"

Guarda il video

Locatelli: “Scudetto? Abbiamo già parlato troppo”

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Precedente Fiorentina, Italiano: "Torniamo carichi per il campionato. Felice per Bianco e Distefano" Successivo Tevez lascia il Rosario Central: "Non sono qui per fare politica"

Lascia un commento