Juventus, Porto e Covid: blitz di 30 ore perché Portogallo ha la media contagi più alta d’Europa

Mercoledì sere alle ore 21:00 la Juventus giocherà in casa del Porto per l’andata degli ottavi di finale di Champions League, una sfida che però i bianconeri giocheranno anche contro il Covid. Questo perché in Portogallo la media dei contagi negli ultimi 14 giorni è la più alta d’Europa: 1430 positivi per 100mila abitanti.

Juventus, Porto e Covid: blitz di 30 ore

Contagi in aumento che hanno portato la Juventus a non rischiare nulla. La stagione sta entrando nella fase decisiva e avere calciatori contagiati dal Covid è un qualcosa che non ci si può permettere. Soprattutto in vista della gara di ritorno del 9 marzo. Ecco perché per la Juventus quella contro il Porto sarà una trasferta anomala a causa del Covid.

Un blitz di 30 ore che prevede solo albergo e stadio Do Dragao, ma senza sopralluogo e rifinitura. Si parte, si gioca e si torna. La conferenza stampa di Andrea Pirlo e di un giocatore della Juventus sarà in streaming a Torino, prima della trasferta, anziché in presenza in Portogallo. Non era mai successo nella fase a gironi di Champions.

Juventus e Covid, il Portogallo in lockdown

Il Portogallo infatti è piegato dal contagio. Nel paese è in vigore un lockdown duro, come gli italiani hanno vissuto nel marzo-aprile dello scorso anno. Negozi, bar e ristoranti chiusi, didattica a distanza, divieto di uscire dalle proprie abitazioni se non per fare la spesa e per le emergenze sanitarie, smartworking obbligatorio in tutte le aziende.

Il Portogallo era stato il fiore all’occhiello dell’Europa durante la prima ondata, riuscendo a contenere l’espansione del contagio con pochissimi casi di coronavirus, ma nel periodo natalizio l’arrivo della variante inglese è stata devastante. A gennaio si è registrata quasi la metà di morti e contagi da inizio pandemia, con il sistema sanitario in ginocchio e gli ospedali al collasso. La media dei contagi negli ultimi 14 giorni è la più alta d’Europa: 1430 positivi per 100mila abitanti.

Precedente TMW RADIO - D'Agostino: "Roma, Dzeko sia un trascinatore. Inter cinica con la Lazio" Successivo Conceiçao: “CR7 il migliore al mondo, ma questo non è uno sport individuale...”

Lascia un commento