Juventus, il Cda approva i conti 2021-22: perdita record da 254,3 milioni

Quinto esercizio di fila in rosso. Pesano le spese alte e gli effetti del Covid. L’assemblea dei soci si terrà il 28 ottobre

Il cda della Juventus presieduto da Andrea Agnelli ha approvato il progetto di bilancio 2021-22, che si è chiuso con la perdita più alta di sempre della storia bianconera: 254,3 milioni. È il quinto esercizio di fila in rosso: -19 milioni nel 2017-18, -40 nel 2018-19, -90 nel 2019-20, -210 nel 2020-21 e il passivo-record della scorsa stagione.

Motivi

—  

A incidere sul peggioramento dei conti è stato l’aumento del costo del lavoro, dovuto non a una crescita tendenziale dello stesso ma al venir meno dei benefici delle rinegoziazioni contrattuali che la squadra aveva accettato per fronteggiare l’emergenza pandemica. La differenza rispetto all’anno scorso sta anche nel diverso appostamento dei diritti tv. L’effetto Covid si è fatto sentire pure nell’esercizio 2021-22: i ricavi da stadio sono cresciuti da 8 a 32 milioni ma non sono ancora tornati a regime (erano 74 milioni nel 2018-19), i proventi da calciomercato si sono attestati su 41 milioni. L’assemblea dei soci, convocata per il 28 ottobre, sarà chiamata ad approvare i conti 2021-22. Il cda bianconero ha anche varato un piano di compensi basati su strumenti finanziari da riservare a dirigenti e amministratori e la proposta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie. Come era prevedibile, nessun provvedimento è stato preso a proposito della panchina di Massimiliano Allegri: la società aveva già fatto trapelare l’intenzione di confermare il tecnico.

Precedente A San Siro risuona God Save the King. Poi il sorprendente "spogliarello" Successivo Diretta MotoGp/ Qualifiche live e streaming video: pole position (Gp Giappone 2022)

Lascia un commento